Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite Conte-Lautaro, il finto match di boxe ad Appiano

Cronaca martedì 25 ottobre 2016 ore 19:15

Uccisa da figlia e nipote, è omicidio volontario

Chiesto il rinvio a giudizio per Maria Grazia Guidoni e per il figlio, accusati di aver ucciso e fatto sparire il cadavere di Giuseppina Pierini



MASSA MARRITIMA — Al termine delle indagini preliminari la procura di Piacenza ha chiesto il rinvio a giudizio per Maria Grazia Guidoni, 46 anni, e per il figlio Gino Laurini, accusati di aver ucciso e fatto sparire il cadavere della madre di lei, Giuseppina Pierini, 63 anni. 

Le accuse che il pm ha confermato nella richiesta al gip sono omicidio volontario premeditato, con le aggravanti di averlo commesso su un familiare con minorata difesa (era malata di Alzheimer), per motivi futili e abbietti.

Infatti la figlia, Maria Grazie Guidoni, voleva continuare a gestire la pensione della madre e ha pensato ucciderla e inscenare la sua scomparsa.

I resti della donna vennero trovati sepolti in un casolare abbandonato di Massa Marittima, Grosseto, il 12 novembre del 2015.

Il delitto avvenne il 3 luglio del 2012 nell'abitazione di Giuseppina Pierini a Pontenure, in provincia di Piacenza. Poi dopo tre anni il nipote in preda al rimorso fece ritrovare il cadavere della nonna. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Regione ha predisposto un calendario che prevede, dal 12 al 15 Maggio, l'apertura graduale delle agende. Ma scarseggiano i posti per i sessantenni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport