Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 04 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Nubifragio nel Messinese, strade allagate e persone intrappolate nelle auto

Attualità lunedì 17 gennaio 2022 ore 18:39

Allarme peste suina, stop alla caccia al cinghiale

cinghiali

Un'ordinanza regionale sospende l'attività venatoria sul territorio provinciale e invita a macellare i suini negli allevamenti familiari



PROVINCIA DI MASSA-CARRARA — Si innalza il livello di allarme per la peste suina africana sul territorio provinciale di Massa-Carrara dove da oggi un'ordinanza regionale mette in pausa l’attività venatoria vagante con l’ausilio del cane, quella collettiva al cinghiale e l’attività di controllo e contenimento del cinghiale eseguita in modalità collettiva, oltre a incoraggiare la rapida macellazione dei suini negli allevamenti familiari. 

Il presidente della Regione Eugenio Giani ha firmato oggi il provvedimento allo scopo di contenere la peste suina africana. La sospensione della caccia al cinghiale rimarrà in vigore fino a tutto il 31 Gennaio nel territorio che corrisponde all’Atc (Ambito territoriale di caccia) numero 13, che coincide coi confini provinciali. 

L'allarme con innalzamento dei livelli di vigilanza era scattato già nei giorni scorsi a seguito dei casi registrati all’inizio dell’anno in provincia di Alessandria e poi in Liguria, vicino ai confini regionali. L’ordinanza, oltre a sospendere l’attività venatoria prevede anche il rafforzamento della sorveglianza passiva attraverso l’esecuzione di battute di ricerca attiva delle carcasse di cinghiale, "prioritariamente nella provincia di Massa Carrara".

Il virus della Peste suina africana rappresenta un serio rischio epidemico per i suini allevati, con conseguenze dirette e indirette sulle produzioni della filiera regionale. E’ per questo che si rende necessario controllare la diffusione della malattia nei cinghiali anche proprio per proteggere i suini allevati di cui si incoraggia la macellazione nell'intera area, soprattutto per quanto riguarda gli allevamenti familiari. Verràanno intensificate e rafforzate la vigilanza sulle movimentazioni degli animali sensibili e verificate le condizioni di biosicurezza degli allevamenti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno