Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:37 METEO:FIRENZE15°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salvini ai suoi: «Chiederò per la Lega il ministero della famiglia e della natalità»

GIALLO Mazzola giovedì 15 settembre 2022 ore 10:30

Chi uccide gli impiegati in pausa pranzo?

Settembre. Il mese del rientro dopo l’estate, il ritorno alla normalità. Il caldo pian piano si spenge e ognuno ritorna al proprio tran-tran: casa, scuola, luogo di lavoro. Ed è proprio in questa cornice di assoluta abitudinarietà che si verificano i fatti più impensabili…



PECCIOLI — “Per terra, con la schiena appoggiata alle maioliche grigie e la testa vicino al water, c’è proprio la Sereni. Ha gli occhi sbarrati e un enorme cappio bianco attorcigliato intorno al collo. Santo Dio, è morta, morta stecchita!”.

Francesca Zanardelli, creazione letteraria dell’autrice Viola Veloce in Omicidi in pausa pranzo, è appena rientrata al lavoro, dopo aver passato una mattinata qualsiasi in ufficio. Ma quando va in bagno a lavarsi i denti, trova una sorpresa: la sua odiosa compagna di scrivania è morta, strangolata di fresco, con la testa appoggiata sulle maioliche del gabinetto e il cappio a cingere il collo. Il cadavere ha un’aria stranamente ordinata (le mani incrociate sul petto, la gonna riassettata) come se l’assassino fosse un tipo che detesta il disordine, anche quando uccide qualcuno…

Chi potrebbe avere ammazzato un'impiegata strozzandola durante la pausa pranzo? Perché uccidere proprio Marinella Sereni, una fiacca segretaria che non avrebbe mai fatto del male a nessuno?

La Procura di Milano si getta con foga nelle indagini e il caso suscita un incredibile clamore mediatico sull’”Azienda Omicidi”, come la ribattezzano i giornalisti, mentre l'assassino continua ad agire indisturbato, operando come un vero e proprio serial killer. Bisogna fermarlo, ma come?

Francesca Zanardelli ha un'idea, una pessima idea… e, mentre la sua vita sentimentale va a rotoli proprio alle porte del matrimonio, continua a barcamenarsi tra l’idea di lasciare un posto di lavoro sicuro e la paura di essere vittima anche lei dello sconosciuto serial killer.

Questo romanzo consente a Viola Veloce di inscenare una satira pungente sulla vita nelle aziende italiane, dove i lavoratori si sentono sempre più soli. Una commedia esilarante e autentica che si tinge di giallo, la cui protagonista fa di tutto per non perdere il suo lavoro!

La predilezione dei lettori della Rete per questa storia testimonia come Omicidi in pausa pranzo affronti con sensibilità il tema dell’irrequietezza e dell’instabilità nel mondo del lavoro, ma affronti anche queste incertezze con l’arma del sorriso!

A cura dello Staff della Biblioteca Fonte Mazzola di Peccioli

Perché proprio il giallo a Fonte Mazzola?

Tutto è iniziato nel 2016 con Parole Guardate, il nostro Festival del giallo. Un progetto di contaminazione tra teatro, letteratura e scrittura, per adulti e bambini.

La particolarità del progetto Parole Guardate è stata quella di incentrare le sue attività e gli eventi sulle opere di un unico scrittore: negli anni sono stati protagonisti grandi e prolifici autori come Maurizio de Giovanni, Romano De Marco, Marilù Oliva, Giampaolo Simi, Piergiorgio Pulixi, penne che hanno riscosso molto successo e affetto da parte del pubblico.

La Biblioteca Comunale e Archivio Fonte Mazzola, con i suoi 400 metri quadri di ampiezza e una collocazione spettacolare sul limitare della campagna pecciolese, è stata inaugurata il 26 gennaio 2019. Qui puoi trovare una sezione dedicata al giallo italiano e straniero (americano, inglese, nord-europeo, francese…) e un patrimonio librario composto da ottomila volumi, la preziosa collezione del prof. Arnaldo Nesti, consistente in altri novemila volumi e la donazione del Prof. De Santi, composta da altri mille libri, rari e di pregio, monografici sul cinema.

Tutti gli spazi sono utilizzabili in assenza dell’operatore bibliotecario ogni giorno dalle h. 8 alle 24 (compresi la Domenica e i giorni festivi), tramite un codice personale di accesso. L’iniziativa, unica sul territorio della Valdera, è il fiore all’occhiello della nostra Biblioteca e permette a numerosi studenti e utenti di frequentare in libertà, ma con assoluto rispetto, le sale a disposizione.

Qui troverai una Biblioteca dei Ragazzi con un’ampia varietà di letture dedicate in una luminosa sala, rivolta verso l’Anfiteatro Fonte Mazzola; lo Speaker’s corner, l’angolino del parlato, la nuovissima attività proposta agli utenti dai 6-14 anni in cui un nostro operatore esperto sarà a disposizione per conversare in lingua inglese. Per la fascia di età 8-12 sarà organizzato un circolo di piccoli lettori, dal titolo Dieci piccoli detective: incontri mensili dedicati alla lettura e dinamiche dei romanzi gialli.

Tante le attività del nostro Maggio dei libri che ha visto un rafforzamento del Progetto Nati per Leggere, in cui alcuni lettori specializzati insieme ai genitori hanno letto ai loro bambini della fascia di età 0-6, dei libri in Biblioteca; gli incontri del Circolo dei Lettori, il corso di scrittura dal titolo: Fermi tutti! Questo è un colpo di scena, un rinnovamento del Progetto Parole Guardate che si è incentrato sul colpo di scena, nella letteratura e nel cinema, in tre appuntamenti avvenuti in primavera e che riprenderà in autunno. Dei benefits sono dedicati ai nostri studenti e ai nuovi iscritti: ad esempio, chi è in possesso del codice di ingresso della Biblioteca ha partecipato il 28 maggio, al primo incontro del corso Studiare senza stress, tenuto dal docente Stefano Intini, per il potenziamento della memoria e il miglioramento dei metodi di studio.

Per celebrare l’importanza della lettura come conoscenza e crescita personale, durante il mese di maggio ha fatto il suo esordio Contemporaneamente. Leggere per comprendere, un’iniziativa legata alla Libroterapia Umanistica, un metodo che parte dalla lettura, per promuovere il benessere psicologico e la crescita personale di ciascuno. Presso la Biblioteca Comunale di Peccioli i lettori hanno a disposizione una scatola dove poter inserire i titoli dei libri che hanno rivestito un particolare ruolo di formazione durante la loro vita. I suggerimenti così raccolti verranno elaborati e restituiti in chiave libroterapica dalla psicologa Rachele Bindi durante gli incontri futuri in autunno.

Nel mese di luglio in concomitanza con il festival Undicilune, come avviene ormai da quattro anni, è stata rinnovata la collaborazione con Il Post, per la realizzazione di un workshop di giornalismo per esordienti, a cui hanno partecipato venti ragazzi under 30.

Seguiteci nel mese settembre, vi offriremo importanti novità!


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il conducente, 37 anni, ha riportato un brutto trauma cranico ed è stato soccorso in codice rosso per poi essere trasportato d'urgenza in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità