Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE19°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci

GIALLO Mazzola giovedì 01 febbraio 2024 ore 11:00

Cuore, tensione e geniali colpi di scena

Donato Carrisi
Donato Carrisi
Foto di: Getty Images/Rosdiana Ciaravolo

I gialli di Donato Carrisi hanno conquistato milioni di lettori in tutto il mondo grazie alle storie ricche di suspence, mistero e colpi di scena



PECCIOLI — Donato Carrisi nasce a Martina Franca il 25 marzo del 1973. È un noto scrittore, sceneggiatore, drammaturgo, giornalista e regista italiano, vincitore del Premio Bancarella nel 2009 con Il suggeritore (Longanesi) e del premio David di Donatello nel 2018 con La ragazza nella nebbia (Longanesi). Tuttavia, il successo a 360 gradi nella sua carriera arriva quando si lancia nel mondo della fiction.

Scrive thriller e gialli ed è popolare per le sue storie colme di suspence e colpi di scena. Con i suoi romanzi Carrisi ha conquistato milioni di lettori in tutto il mondo, diventando uno dei maggiori rappresentanti di tale genere letterario. In questo articolo si guarderà all’universo narrativo di Donato Carrisi, ponendo attenzione alle tecniche utilizzate, alle tematiche, alla costruzione dei personaggi e alla loro analisi psicologica, che hanno reso i suoi romanzi così conosciuti.

Carrisi utilizza una serie di tecniche narrative che contribuiscono a rendere le sue storie più attrattive e coinvolgenti. Tra esse troviamo l’utilizzo del flash-back, dell’alternanza dei punti di vista e delle anticipazioni. Il flash-back permette di inserire nel racconto scene che si svolgono cronologicamente in un momento precedente rispetto alla trama principale. L’alternanza dei punti di vista, invece, consente di vedere gli eventi da più prospettive, arricchendo la narrazione e approfondendo la psicologia dei personaggi. Infine, le anticipazioni sono un mezzo per creare suspence, dando al lettore un’idea di ciò che accadrà in futuro, senza però svelare completamente il finale.

In tutti i romanzi di Donato Carrisi ci sono alcune tematiche ricorrenti, come il rapporto tra giustizia e vendetta, la verità e il tradimento, la colpa e l’innocenza. Questi argomenti sono presenti nelle sue opere e vengono approfonditi in modo diverso in ognuna di esse. Ad esempio, in Incubo Carrisi affronta l’importante questione della violenza sulle donne, mentre ne Il suggeritore si parla della corruzione nella polizia.

I personaggi dei romanzi di Donato Carrisi sono tra i più caratterizzati del genere thriller e hanno reso i romanzi di Carrisi così coinvolgenti e realistici. Dalle detective intuitive e coraggiose ai criminali spietati, esploreremo i protagonisti creati dalla fantasia dell’autore. Ad esempio, Mila Vasquez, figura de Il suggeritore e L’ipotesi del male, è un’investigatrice capace e determinata, ma anche fragile e tormentata dal suo passato. C’è poi il commissario Vogel, presente ne La ragazza nella nebbia e ne Il cacciatore del buio, un poliziotto scontroso e introverso, dotato però di una profonda umanità. Infine, è d’obbligo ricordare il misterioso personaggio che compare ne La casa delle voci, che sconvolge la vita di una giovane coppia trasferitasi in una vecchia villa in campagna “maledetta”.

Tra i suoi thriller più famosi e diffusi si possono citare Il suggeritore, La ragazza nella nebbia e La casa delle voci. Esploreremo le loro tematiche e vedremo come sono sviluppate.

Il suggeritore (TEA, 2009) è il romanzo d’esordio di Donato Carrisi e uno dei suoi libri più famosi. La trama ruota intorno a una serie di omicidi commessi da un serial killer che sembra conoscere i pensieri delle vittime. La protagonista è Mila Vasquez, un’investigatrice capace ma irrisolta, che dovrà indagare sul caso insieme a un’unità speciale della polizia. Il romanzo è caratterizzato da una forte suspence, grazie alla tecnica delle anticipazioni e dalla presenza di molteplici colpi di scena.

La ragazza nella nebbia (Longanesi, 2015) è uno dei romanzi di Donato Carrisi più conosciuti a livello internazionale. Il perno della storia è la scomparsa di una giovane ragazza in un paesino di montagna. Il commissario Vogel viene chiamato a indagare sul caso, ma si troverà ad affrontare una serie di ostacoli e di personaggi ambigui e falsi. Il romanzo si basa sull’alternanza dei punti di vista, che permette di vedere gli eventi da diverse prospettive e dalla presenza di un colpo di scena finale inaspettato.

La casa delle voci (TEA, 2018) è un romanzo di Donato Carrisi che si discosta leggermente dai suoi soliti thriller, proponendo una storia di atmosfera gotica. La trama ruota intorno alla storia di una giovane coppia che decide di trasferirsi in una vecchia villa in campagna, per sfuggire allo stress della città. Tuttavia, ben presto i due si accorgono che la casa è maledetta e che accadono eventi inquietanti. La coppia cerca di resistere alla tensione che si respira in casa, ma presto si rendono conto che ciò che sta accadendo è molto più grande di quanto possano immaginare. Il romanzo si caratterizza per una narrazione lenta ma avvolgente, ricca di suggestioni che rendono la lettura coinvolgente e appassionante. Il misterioso personaggio che sconvolge la vita dei protagonisti è descritto con abilità, mantenendo il mistero fino alla fine del libro, che riserva al lettore una sorpresa inaspettata. La casa delle voci rappresenta un esercizio di stile per Donato Carrisi, che dimostra la sua abilità ad adattarsi a generi diversi e a creare storie coinvolgenti e originali.

Vogliamo infine parlarvi dell’ultimo capolavoro di Donato Carrisi: L’educazione delle farfalle (Longanesi, 2023). Leitmotiv di tutto il romanzo è la maternità, il concetto di famiglia e quello di perdita. Serena, la protagonista della storia e spietata broker, dovrà “educare” se stessa a essere madre e purtroppo ci riuscirà solo quando una disgrazia si abbatterà sulla sua vita. Oltre ad essere un potente thriller, L’educazione delle farfalle è un viaggio nelle emozioni del cuore umano, un’esplorazione delle paure e dei desideri che risiedono in ognuno di noi, una storia forte e commovente che ci fa tremare e riflettere sul significato dell’amore e della famiglia.

“Se pensate che certi orrori siano roba da mostri, allora non sarete mai al sicuro, e non saranno al sicuro nemmeno i vostri figli. Alcuni esseri umani sono capaci di cose indicibili. Lo so che non riuscite a capire. Anzi, spero che non ci riusciate mai. Perché, se dovesse accadere, allora vorrebbe dire che vi trovate nella mia stessa condizione e che non siete stati in grado di proteggere qualcuno che amate. C’è qualcosa di peggio del dolore per una tragedia: il senso di inadeguatezza per non averla saputa impedire, ora lo so”.

Donato Carrisi è uno dei più grandi scrittori italiani contemporanei di gialli e thriller. I suoi libri hanno conquistato milioni di lettori in tutto il mondo grazie alle storie ricche di suspence, mistero e colpi di scena. Il successo di questo scrittore è sì dovuto alla sua abilità di creare storie coinvolgenti, capaci di tenere i lettori con il fiato sospeso fino all’ultima pagina, ma anche alla sua abilità nell’esplorare tematiche importanti e universali, come la violenza sulle donne, la corruzione, la giustizia, la vita in famiglia e, non ultima, l’esplorazione dei sentimenti e del cuore umano.

A cura dello Staff della Biblioteca Fonte Mazzola di Peccioli

CONSIGLI DI LETTURA:

Perché proprio il giallo a Fonte Mazzola?

Tutto è iniziato nel 2016 con Parole Guardate, il nostro Festival del giallo. Un progetto di contaminazione tra teatro, letteratura e scrittura, per adulti e bambini.

La particolarità del progetto Parole Guardate è stata quella di incentrare le sue attività e gli eventi sulle opere di un unico scrittore: negli anni sono stati protagonisti grandi e prolifici autori come Maurizio de Giovanni, Romano De Marco, Marilù Oliva, Giampaolo Simi, Piergiorgio Pulixi, penne che hanno riscosso molto successo e affetto da parte del pubblico.

La Biblioteca Comunale e Archivio Fonte Mazzola, con i suoi 400 metri quadri di ampiezza e una collocazione spettacolare sul limitare della campagna pecciolese, è stata inaugurata il 26 gennaio 2019. Qui puoi trovare una sezione dedicata al giallo italiano e straniero (americano, inglese, nord-europeo, francese…) e un patrimonio librario composto da ottomila volumi, la preziosa collezione del prof. Arnaldo Nesti, consistente in altri novemila volumi e la donazione del Prof. De Santi, composta da altri mille libri, rari e di pregio, monografici sul cinema.

Tutti gli spazi sono utilizzabili in assenza dell’operatore bibliotecario ogni giorno dalle h. 8 alle 24 (compresi la domenica e i giorni festivi), tramite un codice personale di accesso. L’iniziativa, unica sul territorio della Valdera, è il fiore all’occhiello della nostra Biblioteca e permette a numerosi studenti e utenti di frequentare in libertà, ma con assoluto rispetto, le sale a disposizione.

Qui troverai una Biblioteca dei Ragazzi con un’ampia varietà di letture dedicate in una luminosa sala, rivolta verso l’Anfiteatro Fonte Mazzola; lo Speaker’s corner, l’angolino del parlato, la nuovissima attività proposta agli utenti dai 6-14 anni in cui un nostro operatore esperto sarà a disposizione per conversare in lingua inglese. Per la fascia di età 8-12 è stato organizzato un circolo di piccoli lettori, dal titolo Dieci piccoli detective: incontri mensili dedicati alla lettura e dinamiche dei romanzi gialli.

Tante le attività della Biblioteca gli incontri del Circolo dei Lettori, il corso di scrittura dal titolo: Storia a tinte gialle, un rinnovamento del Progetto Parole Guardate che si è incentrato sul giallo storico, in dieci appuntamenti. Sono stati pubblicati su Quinewsvaldera i racconti ideati dai partecipanti al corso di scrittura tenuto da Andrea Marchetti. Dei benefits sono dedicati ai nostri studenti e ai nuovi iscritti: ad esempio, chi è in possesso del codice di ingresso della Biblioteca ha potuto partecipare a Studiare senza stress, tre incontri dedicati al potenziamento della memoria e il miglioramento dei metodi di studio, tenuti dal docente Stefano Intini.

Per celebrare l’importanza della lettura come conoscenza e crescita personale, abbiamo avviato Librarsi, un’iniziativa condotta dalla psicologa e psicoterapeuta Rachele Bindi, legata alla Libroterapia, un metodo che parte dalla lettura, per promuovere il benessere psicologico e la crescita personale di ciascuno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per cause tutte da chiarire, il grosso mezzo ha finito con l'impattare sulle vetture a bordo strada. Il conducente è stato portato in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità