Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:FIRENZE19°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tamberi e Jacobs i piedi sulla sedia, l'emozionante discorso ai compagni

Attualità mercoledì 14 novembre 2018 ore 17:20

Pegaso d'argento ai creatori di Mahister

La app mette in contatto domanda e offerta di lavoro nel settore della ristorazione. La cerimonia nel Palazzo del Pegaso



FIRENZE — È nata Mahister, l’applicazione che mette in contatto diretto domanda e offerta di lavoro nel settore della ristorazione e il Consiglio regionale ha voluto consegnare ai creatori, quattro giovani fiorentini, il Pegaso d'argento. Si tratta di Alessio Minelli, Omar Imperlati, Lorenzo Aquila e Luis Custodio.

“Voglio consegnare a questi ragazzi il Pegaso perché sono il simbolo di una Toscana che guarda al futuro - ha spiegato il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani - Attraverso un’app assolutamente gratuita, hanno costruito una community che rivoluziona il rapporto tra domanda e offerta di lavoro, ovvero sono i ragazzi che comunicando in una logica di ‘passaparola lavoro’ creano una rete di collegamento per capire dove possono esserci opportunità”. “Ritengo che la loro sia un’esperienza di creatività, innovativa e originale. Questi giovani - ha concluso Giani - hanno quel geniaccio che ha dato alla Toscana personaggi come Leonardo Da Vinci”.

“Il nome Mahister - ha spiegato Lorenzo Aquila, uno dei co-fondatori dell’app - deriva dalla lingua mahori, mahi significa lavoro e da lì abbiamo creato il neologismo mahister, lavoratore”. Al momento l’app è disponibile nella versione prova per Android ed entro fine anno sarà pronta in versione definitiva anche per Apple.

L’app si inserisce nel settore della ristorazione. “Il settore della ristorazione italiano - ha detto Omar Imperlati, co-fondatore - è il terzo più importante in Europa. Solo nel 2017 ha fatturato oltre 52 miliardi, dando lavoro a oltre 650mila persone, delle quali il 79,3 per cento con contratti occasionali”. Imperlati ha spiegato i vantaggi dell’app: “Per le aziende sarà facile sopperire alla mancanza improvvisa di personale e trovare addetti qualificati; per gli utenti sarà più veloce la ricerca di lavoro e la verifica di offerte false”.

“Con Mahister– ha concluso Alessio Minelli – non sarà più l'azienda a chiamare i candidati scelti, ma saranno gli utenti a chiamare il datore, velocizzando il processo. Abbiamo testato il mercato con un primo ‘esperimento sociale’ con 5 gruppi whatsapp e a oggi contiamo numeri degni di nota: più di 3mila persone, 95 per cento di possibilità di un colloquio, 250 aziende all'interno, mille persone impiegate”.

L’app consentirà la geolocalizzazione, il feedback sia da parte dell'azienda che dell’utente e sarà semplice nell'utilizzo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Forte vento di libeccio e mare in condizioni critiche si sono rivelati fatali per un ragazzo che è morto nelle acque di Cala del Leone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

QUI ambiente

Cronaca

Attualità

Sport