Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:59 METEO:FIRENZE22°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump prende in giro Kamala Harris: «La chiamo 'Laughing Kamala', è pazza»
Trump prende in giro Kamala Harris: «La chiamo 'Laughing Kamala', è pazza»

Attualità mercoledì 06 marzo 2024 ore 18:45

Nasce l'autodromo per testare auto senza pilota

La presentazione del progetto
La presentazione del progetto

L'impianto unico in Italia verrà realizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna con fondi Pnrr. Potrà attrarre ricercatori da tutto il mondo



PISA — Nasce in Toscana un autodromo in cui testare le auto senza pilota: lo realizzerà a Pisa la Scuola Superiore Sant’Anna, il cui progetto si è piazzato al primo posto nel bando di settore per i finanziamenti legati al Pnrr.

L'impianto sorgerà a Ospedaletto, a Pisa, in un terreno concesso in comodato d'uso dal Comune. La previsione è che sia operativo entro fine 2024. 

Una volta ultimato, l’autodromo si presenterà come un’autentica pista realizzata su un terreno di circa 15mila metri quadri, lunga circa 300 metri e con un rettilineo di 100 metri: i veicoli autonomi saranno testati qui per valutarne la manovrabilità, la sicurezza, l’architettura software di controllo e le capacità percettive in diverse condizioni ambientali. 

"Si tratterà di uno spazio aperto attrezzato dove ricostruire un ambiente urbano realistico con incroci, semafori, cartelli stradali dove testare in sicurezza le metodologie di sviluppo di veicoli autonomi per il trasporto di persone con disabilità - spiega proprio Sant'Anna in una nota - dotati di sistemi per facilitarne la salita a bordo, la discesa e l'interfaccia con l’utente, per impartire comandi vocali". 

L’area sarà monitorata da sensori e telecamere connesse in rete per valutare le prestazioni degli algoritmi e dei veicoli testati e verrà realizzato anche un fabbricato da utilizzare come stazione di controllo dell’infrastruttura.

Lì insomma sarà possibile sviluppare e validare veicoli intelligenti per avviare nuovi servizi di mobilità e di logistica, grazie a sistemi di guida senza pilota, da impiegarsi soprattutto in ambito sanitario.

La struttura costituirà una piattaforma attrezzata, unica in Italia, per validare tecnologie emergenti rese possibili dall’intelligenza artificiale, dalla robotica, dalla cybersecurity e dalle reti radiomobili 5G e 6G applicate alla guida autonoma, utilizzata per aumentare il grado di autonomia e di mobilità di persone con disabilità.

Il progetto dell’autodromo trova oggi sostegno nell’ambito delle attività del progetto Brief (acronimo di Biorobotics Research and Innovation Engineering Facilities), infrastruttura di ricerca complessa, di cui è capofila la Scuola Superiore Sant’Anna e di cui è responsabile Arianna Menciassi, docente di Bioingegneria industriale dell’Istituto di BioRobotica e prorettrice della Scuola Superiore Sant'Anna.

L’infrastruttura di ricerca complessa potrà ricevere ricercatrici e ricercatori da tutto il mondo per portare a termine attività di ricerca specifiche, sfruttando le potenzialità che il progetto e il programma Pnrr offrono. Il progetto ha infatti ottenuto il primo posto nel giudizio della Commissione internazionale dell’area “Data, Computing and Digital Research Infrastructures” (Digit), posizionandosi in testa alla classifica sul bando per il finanziamento di infrastrutture di ricerca del Pnrr, nell’ambito del programma europeo NextGenerationEU, per investimenti nelle aree di Pisa e Pontedera.

Quando l’autodromo sarà diventato operativo, un gruppo di ricerca composto da docenti, ricercatrici e ricercatori degli Istituti TeCIP (Telecomunicazioni, Informatica e Fotonica) e di Intelligenza Meccanica della Scuola Superiore Sant’Anna, sotto la guida di Giorgio Buttazzo, docente di sistemi di elaborazione delle informazioni, potrà così sperimentare l’applicazione di nuove metodologie e algoritmi per rendere i veicoli intelligenti del futuro più sicuri e affidabili, accelerando i tempi di sviluppo e test in ambienti urbani realistici.

La Scuola Superiore Sant’Anna ha anche acquistato un’auto di ultima generazione: sarà sensorizzata con telecamere, radar e lidar e potrà essere controllata per intero via software, affinché possa spostarsi in modo autonomo grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale per la percezione dell’ambiente e il controllo del veicolo. Il sistema software di guida autonoma sarà del tutto aperto e modificabile, in modo da rendere possibili ricerche di frontiera.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno