Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:45 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 29 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte mangia un gelato dopo il vertice con Letta e Salvini: «Problema risolto? Speriamo che la notte porti consiglio»

Attualità lunedì 27 novembre 2017 ore 17:35

Trapianti fegato, a Pisa sono duemila

​Traguardo storico per l’Aoup: nei giorni scorsi è stato infatti eseguito con successo il trapianto di fegato numero 2000



PISA — Traguardo storico per l’Aoup: nei giorni scorsi è stato infatti eseguito con successo il trapianto di fegato numero 2000. Il risultato raggiunto colloca l’Azienda ai vertici della classifica nazionale e internazionale dei centri di trapianto di fegato per numero e qualità dei risultati.

Iniziato nel 1996 sotto la guida del professor Franco Filipponi, il programma trapianto di fegato di Pisa è cresciuto nel corso degli anni, attraendo un numero sempre crescente di pazienti dall’intera regione, dall’Italia e dall’estero.

Il successo dell’attività si fonda su due elementi: l’intensa attività regionale di donazione di organi guidata dall’Ott-Organizzazione toscana trapianti diretta dal dottor Adriano Peris e la collaborazione intra-aziendale con le numerose unità operative e con i servizi che collaborano da anni alla riuscita del programma.

Prima fra tutte l’attività dell’Unità operativa di Anestesia e rianimazione trapianti diretta dal professor Gianni Biancofiore e che sostiene il programma trapianto di fegato sin dalla sua nascita, e il personale infermieristico e tecnico della sala operatoria del monoblocco (Edificio 6).

A loro si aggiunge l’impegno delle Unità operative di Medicina trasfusionale e biologia dei trapianti, Malattie infettive, Medicina interna, Gastroenterologia, Epatologia, e poi delle Cardiologie, del Laboratorio di analisi chimico-cliniche, del Laboratorio trapianti e dei farmaci immunosoppressori, delle Sezioni di Microbiologia micologica e batteriologica, delle Anatomie patologiche, delle Radiodiagnostiche, dell’Endoscopia digestiva e di tutti coloro che si adoperano quotidianamente per le attività assistenziali dei pazienti prima e dopo il trapianto di fegato.

I 2000 trapianti di fegato sono il frutto di un modello di integrazione del personale medico, infermieristico e tecnico aziendale e dell’esistenza di una fitta rete di collaborazione interprofessionale. Esempio ne è il Coordinamento trapianti di fegato che garantisce operatività per le donazioni e i trapianti 24 ore su 24, insieme al personale dell’Unità operativa, della terapia intensiva, della sala operatoria e dei servizi diagnostici aziendali. La macchina aziendale non si è mai fermata lungo il corso di tutti questi 21 anni dall’avvio del programma e continua a offrire un esempio incontrastato di efficienza sanitaria.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Su segnalazione della polizia canadese la polizia postale di Firenze e Livorno ha indagato, perquisito e arrestato un uomo di 42 anni di Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca