Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:25 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lombardia, Bertolaso: «Tra i vaccinati con doppia dose zero morti da variante Delta»

Attualità mercoledì 24 febbraio 2021 ore 14:48

Imprenditori in crisi uniti in un flash mob

I vertici delle categorie pistoiesi alla presentazione dell'iniziativa
I vertici delle categorie pistoiesi alla presentazione dell'iniziativa

Titolari e lavoratori scendono in strada col tricolore in mano per richiamare l'attenzione sulle difficoltà in cui l'emergenza sanitaria li ha gettati



PISTOIA / ABETONE — Riapertura immediata, in sicurezza, di tutte le attività chiuse, moratoria fiscale per il 2021 e ristori urgenti, proporzionali alla perdita di fatturato: queste le tre richieste principali che gli imprenditori del terziario della provincia di Pistoia porteranno all’attenzione del governo lunedì primo Marzo, uniti dal tricolore nel flashmob #salviamoleimprese: salute e lavoro possono convivere.

L’iniziativa – che si svolgerà in contemporanea alle altre città toscane – coinvolgerà sul territorio provinciale il centro storico di Pistoia e di Abetone, dove gli imprenditori di Confcommercio e di Confesercenti andranno a formare una catena umana, immobile e silenziosa che, nel pieno rispetto delle normative anti contagio, si snoderà in alcune delle vie principali.

In piedi, uno accanto all’altro – ma a distanza di sicurezza – gli imprenditori e i collaboratori del terziario terranno per mano il tricolore e indosseranno alcuni cartelli. L'intento, spiegano le due associazioni in una nota, è quello "di testimoniare quanto tutte le attività del settore siano interconnesse, tanto che la chiusura imposta ad alcune si riflette in modo determinante anche sulle altre, con una drammatica flessione del lavoro".

Unica, affermano dalle categorie, la parola d'ordine al centro della manifestazione: svolta. "Una svolta ormai irrimandabile da parte del governo nella gestione dell’emergenza - spiega la nota di presentazione dell'iniziativa - che da un anno sta mettendo in ginocchio l’economia locale, con la perdita di tante, troppe attività".

A conclusione del flashmob avverrà la consegna al prefetto di Pistoia Gerlando Iorio, in qualità di rappresentante del governo sul territorio, delle richieste delle categorie. A lanciare il proprio silenzioso allarme saranno i ristoratori, che continuano a muoversi fra chiusure a singhiozzo comunicate due giorni prima della loro entrata in vigore, nonché imprenditori del settore turistico, come i gestori delle strutture ricettive spesso costretti a sospendere le attività.

"Basti pensare a Montecatini Terme che ha perso i propri principali flussi di visitatori e che sta vivendo una delle situazioni più critiche nella nostra provincia", affermano da Confesercenti e Confcommercio. In prima linea anche i gestori degli impianti sciistici, il mondo dello spettacolo, quello degli eventi e delle cerimonie, i negozianti, gli agenti di commercio, i liberi professionisti, i grossisti, gli ambulanti, i gestori delle palestre.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E’ di Francesco Pantaleo, il ragazzo di Marsala scomparso a Pisa, il cadavere carbonizzato trovato sul ciglio di un fossato ad Orzignano nel Pisano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità