Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°19° 
Domani 14°24° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 17 settembre 2019

Cronaca mercoledì 02 novembre 2016 ore 11:56

Folle fuga in auto, sfiorata la strage

Malvivente inseguito dai Carabinieri piomba in paese contromano a tutta velocità e si schianta contro il muro della sede dell'Unione dei Comuni



POPPI — Poteva avere conseguenze molto più drammatiche l'incidente avvenuto a Ponte a Poppi poco dopo le 10 in via Roma.

Un malvivente che in auto stava cercando di scappare dai Carabinieri, è piombato a velocità folle in paese, ha perso il controllo del mezzo e dopo una lunga e inutile frenata si è schiantato contro il muro di cinta della sede dell’unione dei Comuni Montani del Casentino. Nonostante l'urto violentissimo, l'uomo, uno straniero, è rimasto illeso ed è riuscito a scendere da solo dall'auto. I militari che lo inseguivano lo hanno visto gettare via il cellulare e poi lo hanno bloccato, mentre alcuni vigili urbani arrivavano come rinforzo.

Secondo i Carabinieri è stata sfiorata la strage perché l’individuo - che proveniva da Bibbiena e stava per entrare in paese – aveva appena superato il ponte sul torrente Sova sorpassando un tir e procedendo completamente contromano a velocità folle. Poi ha sfiorato un’altra auto che procedeva in senso inverso, ha frenato perdendo il controllo della sua Lancia Lybra ed è finito contro il muro, in un momento in cui nel piazzale dell’Unione erano presenti lavoratori e passanti. 

Stando alle prime ricostruzioni il malvivente, che sulla sua macchina viaggiava da solo, avrebbe invece avuto dei complici sulle cui tracce si stanno muovendo le forze dell'ordine.

L'incidente ha provocato qualche rallentamento del traffico, subito regolato dalla polizia municipale fino a quando la Lancia Lybra non è stata rimossa e la situazione è tornata alla normalità.



Tag

Il bambino caduto dal balcone a Lodi: ecco come Angel lo ha salvato | Video

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca