Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 08 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Gianni Morandi entra con una scopa in mano

Cronaca mercoledì 04 maggio 2016 ore 11:20

La maxi frode tessuta con l'acrilico

Migliaia di capi spacciati per abiti di cachemire sequestrati dalla guardia di finanza in una ventina di aziende tra Prato e Torino



PRATO — Erano spacciati per abiti di lusso, ma in realtà erano confezionati con acrilico e polyammide i capi scoperti dalla guardia di finanza. Le fiamme gialle sono impegnate in una serie di perquisizioni che coinvolgono sia la Toscana che il Piemonte. 

La frode ha portato finora alla denuncia di una trentina di persone. 

I capi di abbigliamento sequestrati sono 100milia insieme a 120mila etichette mendaci e a una grande quantità di macchinari industriali usati per tessere la frode. Nei negozi le etichette assicuravano che si trattava di abiti in cachemire, seta o pura lana vergine. Tutto falso.

L'inchiesta è partita dalla perquisizione in un negozio del centro di Torino. Le fiamme gialle sono risalite ai fornitori a Settimo Torinese, e in particolare ad una attività gestita da cinesi. Da qui, le indagini hanno fatto scattare i controlli in due importanti aziende del settore a Roma e Milano fino alla ricostruzione della filiera del falso che aveva basi logistiche a Prato. Nella città laniera si trovavano le roccatrici e le filatrici industriali.

In tutto, l'operazione ha visto entrare in azione oltre 150 militari, supportati anche da un elicottero del corpo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno