Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:00 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Politica martedì 20 gennaio 2015 ore 11:28

Civatiani a quota 2500, traguardo primarie lontano

Per la candidatura di Luciano Modica servono altre 6500 firme entro il primo febbraio. In attesa di sapere se il ricorso farà allungare ancora i tempi



FIRENZE — Il traguardo è lontano. Molto. Delle 9mila firme richieste dall'assemblea regionale come condizione per svolgere elezioni primarie tra Enrico Rossi e Luciano Modica per la scelta del candidato presidente della Regione fino a questo momento ne sono state raccolte soltanto 2500. Ne mancano, insomma, ancora 6500 e il tempo scade il 1° febbraio.

Una "mission impossible" per i civatiani toscani che comunque non si perdono d'animo. "Confidiamo che anche grazie al ricorso che abbiamo avanzato (per prendere a riferimento il livello di iscritti 2014 e non quello del 2013 così da dover raccogliere 5mila firme anziché 9mila, Ndr) i tempi possano per lo meno allungarsi. Abbiamo tante promesse di sostegno alla candidatura di Modica e speriamo ora di concretizzarle" spiega Samuele Bartolini, pisano, tra gli esponenti di punta della corrente vicina al parlamentare lombardo.

In ogni caso, spiegano i civatiani toscani, anche se il "quorum" non dovesse essere raggiunto un risultato che si avvicinasse alle 9mila firme sarebbe comunque un risultato "politicamente importante che Rossi e i vertici del Pd non potranno ignorare".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gravissimo incidente la notte scorsa, un ragazzo ha subito l'amputazione di entrambe le gambe. È ricoverato in prognosi riservata
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità