comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 24°35° 
Domani 21°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 09 agosto 2020
corriere tv
Viviana Parisi, procuratore Cavallo: «Tutte le ipotesi sono aperte, cerchiamo ancora il bambino»

Attualità giovedì 26 marzo 2020 ore 12:00

Pronti sei alberghi per chi sta guarendo dal Covid

Si tratta di sei strutture che accolgono i pazienti in via di guarigione dal coronavirus, dimessi dagli ospedali ma che devono restare in isolamento



FIRENZE — Pronte le prime sei strutture ricettive toscane destinate ad accogliere i pazienti dimessi dai presidi ospedalieri dell’Ausl Toscana Centro che necessitano di restare in isolamento per il periodo necessario al completamento della guarigione dal Covid-19

Sono persone che non hanno bisogno di ulteriore assistenza sanitaria ma sono costrette a trovare una sistemazione diversa dal proprio domicilio per tutelare i familiari che vivono con loro fino a quando non è del tutto scongiurato il rischio di contagio.

Si tratta di una misura messa a punto dalla Regione Toscana in accordo con varie associazioni di categoria degli alberghieri per far fronte alle eccezionali necessità legate all'epidemia e utilizzare strutture che altrimenti in questo periodo sarebbero costrette a restare chiuse.

L’Ausl Toscana Centro, ricevuti gli elenchi delle strutture ricettive disponibili, ha individuato inizialmente 6 strutture ottimali per posizione, tempi di attivazione e capacità (3 situate in area fiorentina, 2 pistoiese e 1 pratese).

L’accordo prevede che la struttura ricettiva garantisca una fornitura minima in ciascuna camera singola (letto, energia elettrica, riscaldamento, etc..), oltre al servizio di manutenzione ordinaria e di reception 24 ore su 24, 7 giorni su 7, al fine di autorizzare l’accesso a fornitori ed eventuale personale sanitario dedicato.

L’acquisto della totalità delle camere è a carico dell’azienda sanitaria, con una tariffa unica secondo criteri stabiliti (circa 30,90 euro per ciascuna stanza). Sempre la Asl provvede alla fornitura dei pasti e dei servizi di assistenza di base (ad es. cambio biancheria e lenzuola). Al termine dell’attività l’Azienda sanitaria provvederà direttamente alla completa sanificazione della struttura ricettiva, rilasciando idonee certificazioni.

L’Azienda sottolinea che l'alloggio è da considerarsi “per persona in isolamento”, con conseguente divieto di ricevere visite. Nella struttura potrà entrare solo il personale che vi lavora, i fornitori autorizzati, il personale sanitario e gli utenti comunicati dall'azienda sanitaria.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS