Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 02 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, in Senato scoppia la bagarre per le parole di Balboni (FdI). Il Pd lascia l'aula per protesta

Attualità venerdì 03 luglio 2015 ore 15:40

Recessione addio, la Toscana fa meglio dell'Italia

Secondo l'Irpet nel 2015 il Pil toscano crescerà dell'1,2% contro lo 0,8% della media nazionale. Resta l'incubo disoccupazione, ma Rossi ha la ricetta



FIRENZE — Nel corso di questa legislatura la Regione si impegnerà a garantire 500 milioni di investimenti, pubblici e privati, ogni anno. In questo modo, secondo l'Irpet, si riusciranno a creare entro fine 2020 cinquantamila nuovi posti di lavoro.

Che non basteranno per arginare gli 88mila impieghi spariti dal 2008 ad oggi, ma a questo si aggiungerà la costituzione di una nuova agenzia regionale del lavoro. Rossi si recherà martedì prossimo dal ministro Giuliano Poletti per parlargli del progetto e mettere in piedi un vero e proprio ufficio di collocamento regionale in grado di mettere in contatto in modo efficace scuole e aziende. 

Tutto questo per arginare la più grave delle 3 crisi strutturali della Toscana. Le altre due sono quella della costa, che a differenza dell'entroterra è ancora in difficoltà, e quella delle finanze pubbliche. "I vincoli di bilancio - ha detto il direttore dell'Irpet, Stefano Casini Benvenuti - non sono superabili solo attraverso una razionalizzazione dei servizi. Sarà necessario invece un taglio". 

Dal rapporto 2014 sull'economia toscana, però, emergono anche molte luci: i fatturati delle imprese sono rimasti stabili rispetto all'anno precedente, e questo significa addio alla recessione, le esportazioni hanno fatto registrare un ulteriore balzo in avanti del 4,4% e, grazie al contributo dei turisti, sono ripartiti i consumi interni.

Un 2014 che ha posto le basi per la crescita del prossimo futuro: nel 2015 il pil toscano crescerà del 1,2% secondo le stime dell'Irpet, mentre quello nazionale si fermerà a un +0,8%. Nel 2016 la ripresa si consoliderà: +1%.

Ma su queste previsioni aleggia lo spettro della crisi greca. "Se lo scenario internazionale si alterasse - ha spiegato Benvenuti - le nostre stime andrebbero riviste: per il 2015 si parlerebbe di un +5% e per il 2016 addirittura di un -0,6%". Ma si tratta, per ora, solo di previsioni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Servizio di Tommaso Tafi
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna di 36 anni è stata arrestata a seguito di una lunga serie di furti e di indagini condotte da carabinieri, polizia, finanza e vigili urbani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Monitor Consiglio

Attualità

Cronaca