Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE16°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Lavrov all'Onu: «L'Occidente vuole smembrare e cancellare la Russia»

Attualità martedì 09 novembre 2021 ore 19:10

Concessioni balneari solo fino al 31 Dicembre 2023

Il Consiglio di Stato: "Dal giorno dopo nessuna proroga ulteriore". Le concessioni dovranno considerarsi "prive di effetto" e saranno rimesse a gara



ROMA — A pochi giorni dalla scelta del governo Draghi di non assumere provvedimenti sulle concessioni balneari limitandosi a disporne la mappatura nazionale nel nuovo disegno di legge sulla concorrenza, è arrivata la vera notizia-bomba: il Consiglio di Stato, riunito in udienza plenaria, ha deciso che le concessioni attualmente in vigore non potranno essere prorogate oltre il 31 Dicembre 2023, comprese quelle che avrebbero dovuto scadere dieci anni dopo, nel 2033.

In una nota del Consiglio di Stato si legge che dal primo Gennaio 2024 non ci sarà "alcuna possibilità di proroga ulteriore, neanche per via legislativa", tutte le concessioni demaniali dovranno considerarsi "prive di effetto indipendentemente dal fatto che vi sia o meno un soggetto subentrante", e il settore sarà comunque "aperto alle regole della concorrenza". 

La sentenza dei giudici avrà effetto solo fra due anni "al fine di evitare il significativo impatto socio-economico che deriverebbe da una decadenza immediata e generalizzata delle concessioni in essere" si legge nella nota.

Il Consiglio di Stato ha sottolineato "l'eccezionale capacità attrattiva del patrimonio costiero" italiano, affermando che la "perdurante assenza di un'organica disciplina nazionale", nonostante i tanti annunci di riforma mai attuati, genera "una situazione di grave contrarietà con le regole a tutela della concorrenza imposte dal diritto dell'Unione Europea", consentendo proroghe "automatiche e generalizzate" che impediscono a chiunque di entrare nel settore.

I giudici hanno sottolineato che in gestori attuali potranno comunque partecipare alle nuove gare che dovranno essere bandite per assegnare le nuove concessioni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto sul posto nonostante i tentativi di rianimazione il ragazzo di 26 anni alla guida dell'auto coinvolta nel drammatico incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca