Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:18 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 29 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, la frana si abbatte su Casamicciola: telecamera di sicurezza riprende il momento in cui il fango trascina via l'auto

Attualità lunedì 22 agosto 2022 ore 08:53

Incubo gas e luce, bollette salate a fine estate

Previsto un aumento del 100 per cento delle bollette. Cambia il metodo di aggiornamento dei prezzi della materia prima, mensile e non più trimestrale



ROMA — Incertezza è la parola chiave che accoglierà gli italiani di rientro dalle vacanze, ma la previsione dell'Autorità per l'Energia sembra essere più che probabile ed evidenzia un aumento del 100 per cento per il costo dell'approvvigionamento energetico delle famiglie, significa il raddoppio dei costi già aumentati da inizio 2022.

La crescita dei prezzi all'ingrosso dell'energia, legata al conflitto in Ucraina e alla riduzione dei flussi di gas praticata dalla Russia, ha portato l'Autorità ad introdurre misure a tutela dei consumatori e a garanzia della continuità delle forniture.

Le tensioni geopolitiche hanno acuito le incertezze sulla disponibilità di gas, aumentando le criticità per i venditori nel reperire sui mercati all'ingrosso il gas necessario a soddisfare i propri clienti, anche domestici, per il prossimo anno termico che parte da Ottobre.

Ad Agosto l'Arera ha spiegato che l’aggiornamento del costo della materia prima dal 1° Ottobre diventa mensile e non più trimestrale "superando l’utilizzo delle quotazioni a termine, al fine di intercettare possibili azioni per la riduzione dei prezzi".

Con il nuovo metodo di aggiornamento, il valore della componente materia prima per la tutela gas verrà pubblicato sul sito dell'Autorità all'inizio di ogni mese successivo al mese di riferimento.

Le preoccupazioni sono state oggetto di una segnalazione a Parlamento e Governo e tavolo emergenziale con le Associazioni di consumatori.

Ecco cosa cambia da Ottobre

Con il prossimo aggiornamento tariffario, cambia il metodo di aggiornamento dei costi della materia prima gas per le famiglie che sono ancora nelle condizioni di tutela, circa 7,3 milioni di clienti domestici, su un totale di 20,4 milioni, il 35,6% circa.

Al fine di intercettare eventuali iniziative nazionali ed europee di contenimento dei prezzi, l'Arera ha deciso di non utilizzare più come riferimento le quotazioni a termine del mercato all'ingrosso, ma la media dei prezzi effettivi del mercato all'ingrosso PSV italiano, aumentando al contempo la frequenza di aggiornamento del prezzo che diventa mensile, non più trimestrale.

Il presidente dell'Autorità, Stefano Besseghini ha spiegato "Il ricorso ad un meccanismo più dinamico di formazione del prezzo permetterà di non trasferire al consumatore i costi di copertura del rischio e di trasferirgli invece, immediatamente, i vantaggi derivanti da eventuali decisioni, come il tetto al prezzo del gas, che si dovessero assumere a livello europeo".

Il nuovo metodo sarà in vigore fino al termine della tutela gas, ad oggi previsto a Gennaio 2023, termine che l'Autorità ha chiesto più volte venga allineato a quello del fine tutela elettrico, previsto per Gennaio 2024.

L'Autorità ha evidenziato inoltre "a questi interventi è necessario affiancare iniziative nazionali e internazionali per ripristinare l'equilibrio tra domanda e offerta, come la riduzione della domanda su base volontaria e l'identificazione di meccanismi per la gestione di interventi in caso di emergenza".

Nuovi obblighi di trasparenza a carico dei venditori 

In caso di necessità di ricalcoli di prezzo rispetto a quanto precedentemente fatturato, dovranno non solo darne opportuna informazione in bolletta (come previsto dalle regole della Bolletta 2.0), ma anche creare un'apposita sezione sul proprio sito internet per spiegare, in maniera chiara e comprensibile, il motivo del ricalcolo e la modalità di determinazione dei prezzi.

L'Autorità ha attivato un tavolo di lavoro emergenziale con il coinvolgimento delle Associazioni dei consumatori, per definire forme di comunicazione e informazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono scattate ricerche a tappeto per ritrovare un uomo di cui non si ha più notizia. In campo vigili del fuoco e volontari, unità cinofile e droni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Monitor Consiglio

Cronaca