Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Politica mercoledì 07 dicembre 2016 ore 19:25

Matteo Renzi si è dimesso

Sergio Mattarella e Matteo Renzi

Nel tardo pomeriggio, dopo la direzione nazionale del Pd, l'ormai ex premier è salito al Colle e ha formalizzato la fine del suo governo



ROMA — Il colloquio che ha sancito la fine del governo di Matteo Renzi davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella è durato più del previsto, al termine di una lunga giornata durante la quale il Parlamento ha approvato a maggioranza la legge di bilancio e il decreto per i terremotati, due atti improcrastinabili che hanno comportato il congelamento per due giorni delle dimissioni del presidente del Consiglio, annunciate domenica notte dopo la sconfitta referendaria.

Si apre quindi, già da domani, la fase delle consultazioni: il presidente Mattarella convocherà al Quirinale le forze politiche per vagliare la loro disponibilità a  sostenere un governo di scopo finalizzato all'approvazione di una nuova legge elettorale visto che l'Italicum attualmente in vigore è tarato su una sola Camera, quella prevista dalla riforma costituzionale bocciata dal 59,1 per cento degli italiani.

Durante la direzione nazionale del Pd, Renzi, nella sua veste di segretario del partito, ha annunciato che avrebbe riportato a Mattarella due proposte, entrambe da attuare dopo il pronunciamento della Consulta sull'Italicum (previsto per il 24 gennaio 2017): un governo di responsabilità nazionale finalizzato ad approvare una nuova legge elettorale per poi andare alle elezioni oppure un governo con il mandato non solo di risolvere questo nodo ma anche di gestire il Paese durante tutto il 2017, anno denso di importanti appuntamenti istituzionali. Quindi, in questo caso, niente elezioni anticipate, anche se Renzi ha tenuto a sottolineare che "il Pd non ha paura di niente e di nessuno" (vedi articolo in home page).

Dal canto loro tutte le forze di opposizione sono orientate proprio alle elezioni anticipate e, nel caso della Lega, non sono disponibili neppure a un governo di scopo solo per aggiornare la legge elettorale. "O elezioni subito oppure scenderemo in piazza" ha dichiarato il leader della Lega Matteo Salvini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il violento impatto ha coinvolto un'auto e un furgoncino. Due tra i feriti sono in condizioni più serie. Altri incidenti a Sinalunga e a Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca