Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 08 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Gianni Morandi entra con una scopa in mano

Attualità mercoledì 30 settembre 2020 ore 18:20

Covid, in Toscana letalità in calo, ricoveri sotto la media

Le regioni con i casi in forte crescita sono Sardegna, Campania, Lazio e Sicilia. In Toscana la letalità è passata dal 10,7% di Giugno al 8,1%



ROMA — Si è ridotta la letalità del coronavirus in Italia: è passata dal 14,5% dei contagiati della prima ondata (fino al 16 giugno) all'11,5% attuale (dati al 24 settembre). 

Ma i contagi sono in forte crescita in alcune regioni: Sardegna, Campania, Lazio e Sicilia. Un andamento preoccupante come dimostrano gli incrementi del numero dei positivi dal 16 Giugno al 24 Settembre, più elevati rispetto al resto delle regioni italiane: Sardegna +154,2%, Campania +140,7%, Lazio +90,8% e Sicilia +83,8% (da 3.460 a 6.359).

In Toscana la percentuale di crescita dei casi dal 16 giugno al 24 settembre è stata del 39,5%, mentre il tasso di letalità è passato dal 10,7% al 8,1%, al disotto della media nazionale che come detto è al 11,5%.

Questi alcuni dei dati emersi dall'aggiornamento al 24 settembre dei dati relativi all'emergenza Covid-19 dell'Osservatorio nazionale sulla salute nelle Regioni italiane, coordinato da Walter Ricciardi, direttore dell'Osservatorio e ordinario di Igiene generale e applicata all'Università Cattolica - campus di Roma, e da Alessandro Solipaca, direttore scientifico dell'Osservatorio.

Sempre per quanto riguarda la Toscana il report evidenzia che l’aumento dei contagi della seconda fase evidenzia un andamento pressoché lineare, ma mostra una variabilità più elevata dei primi mesi delle pandemia, questa ultima spiegabile con l’incremento del numero di tamponi effettuati. Il ricorso all’ospedalizzazione è mediamente più basso della media nazionale.

Secondo quanto riportato nel report la fase attuale dell'epidemia "è caratterizzata da contagi di persone mediamente più giovani, circostanza legata agli spostamenti per motivi turistici".

Per quanto riguarda l'aumento dei casi l'Osservatorio sottolinea che "in alcune Regioni, con i controlli negli aeroporti, porti e stazioni, sono emersi un numero maggiore di casi, soprattutto di quelli asintomatici che in passato sfuggivano alla rilevazione".

Secondo i ricercatori è possibile affermare che la diffusione del virus è più lenta che in passato, le ipotesi su questo punto sono molte: i comportamenti più prudenti, le mascherine e il distanziamento sociale.

Dal punto di vista del Servizio Sanitario Nazionale, il rallentamento dei contagi ha allentato la pressione sulle strutture sanitarie che sono riuscite a migliorare la gestione dei contagi, con meno ricorso all’ospedalizzazione e più all’isolamento fiduciario. Questo potrebbe aver ridotto i rischi di contagio nelle strutture ospedaliere, come è avvenuto nella prima fase.

L’esperienza che si è andata via via acquisendo, grazie anche all’impegno della comunità scientifica internazionale, alla circolazione delle informazioni sulle casistiche e sulle terapie, ha aumentato l’efficacia delle cure. Tale circostanza si accompagna anche a una minore complessità dei pazienti contagiati che sono mediamente più giovani di quelli osservati nella prima fase. Tale circostanza è confortata dalla diminuzione della letalità, passata dal 14,5% registrata fino al 16 giugno all’11,8% riscontrato al 24 settembre.

Infine, la crescita più lenta dei contagi può far supporre anche una minore aggressività del virus, ma si tratta di un’ipotesi che andrà verificata dalla comunità scientifica.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno