Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE13°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 16 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

Attualità lunedì 08 gennaio 2024 ore 19:00

Terremoti 2023, in Toscana la scossa più violenta d'Italia

Sono stati 16.307 gli eventi sismici registrati l'anno scorso nello Stivale dalla Rete sismica nazionale. In Mugello il più forte della terraferma



ROMA — Si è registrata in Toscana la scossa di terremoto più violenta d'Italia sulla terraferma nel 2023: è stata quella di magnitudo 4.9 verificatasi a Marradi, nell'Alto Mugello, alle 5,10 del 18 Settembre 2023. Il dato giunge con il bilancio tracciato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) di Roma che l'anno scorso ha contato lungo lo Stinale e nelle aree limitrofe 16.307 terremoti, rilevati dalla Rete sismica nazionale.

La media nazionale è di 44 terremoti al giorno, quasi uno ogni 30 minuti. I terremoti più forti sono stati localizzati al di fuori del territorio italiano o in mare lungo le coste, analogamente a quanto accaduto anche nel 2022.

Eventi sismici di magnitudo pari o superiore a 5.0 sono avvenuti in Croazia e nel Mar Tirreno meridionale. Infatti la scossa più forte di tutte si è verificata in mare al largo della costa calabra, il 1° Maggio 2023: magnitudo 5.2 alle 4,41. Tuttavia, grazie alla sua elevata profondità, 268 chilometri, non ha destato allarme nel territorio calabrese.

Così l'Italia ha tremato nel 2023

I numeri

  • 16307 terremoti registrati e localizzati.
  • 2018 terremoti di magnitudo pari o superiore a 2.0.
  • 233 terremoti di magnitudo compresa tra 3.0 e 3.9
  • 26 terremoti di magnitudo compresa tra 4.0 e 4.9, 19 dei quali localizzati in Italia: nel Mar Tirreno, in Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, in Adriatico al largo della costa marchigiana, sulla costa pugliese del Gargano, in Molise e nei Campi Flegrei in Campania.
  • 2 eventi di magnitudo superiore o uguale a 5.0, uno molto profondo nel Mar Tirreno al largo della costa calabra di magnitudo 5.2, e l’altro in prossimità della costa settentrionale della Croazia il 16 febbraio di magnitudo 5.1

I luoghi

  • in Toscana il terremoto più forte in terraferma: un evento di magnitudo 4.9, rammenta il report Ingv, è stato registrato a Marradi (FI), il 18 Settembre 2023 alle 05:10 (ora italiana)
  • la Sicilia, invece, è la regione che ha fatto registrare più terremoti di magnitudo pari o superiore a 2.0. Nell’isola si sono avuti 181 eventi con questa magnitudo
  • se si contano anche i terremoti minori di 2.0, il primato sarebbe condizionato dalla densità della rete sismica - più fitta in alcune zone d’Italia - e "vincerebbero" Marche e Umbria
  • la regione con meno terremoti: la Sardegna, come sempre

Le sequenze sismiche in Italia

Come negli anni precedenti, spiegano gli esperti Ingv, anche nel 2023 sono state registrate numerose sequenze sismiche più o meno lunghe, alcune delle quali già attive negli anni precedenti come la sequenza in Italia centrale iniziata nell'agosto 2016.

Nell’anno appena trascorso le sequenze sismiche sono state generalmente di breve durata e con valori di magnitudo non elevati

  • la sequenza Amatrice-Visso-Norcia (centro Italia), circa 5.000 terremoti
  • la sequenza in Appennino tosco-romagnolo, circa 800 terremoti
  • la sequenza in Umbertide in Umbria, circa 300 terremoti
  • la sequenza ai Campi Flegrei in Campania, circa 450 terremoti considerando solo gli eventi di magnitudo maggiore o uguale di 1.0.

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno