Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:45 METEO:FIRENZE15°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Lavrov all'Onu: «L'Occidente vuole smembrare e cancellare la Russia»

Attualità venerdì 27 marzo 2020 ore 18:00

Dalla Cina semi di pomodori e fagioli con agenti patogeni

Il carico di sementi, stipato in un container, è arrivato nel porto di Livorno ed è stato intercettato dal servizio fitosanitario della Regione



LIVORNO — Nel corso di un controllo su un container proveniente dalla Cina, gli operatori del servizio fitosanitario della Regione Toscana hanno intercettato  una partita di sementi di peperoni, pomodori e fagioli destinata a una ditta con sede in Emilia Romagna e contenenti agenti patogeni non presenti nell'Unione Europea, in grado di produrre danni ingentissimi se introdotti e coltivati in Italia. 

Dopo le analisi su un campione di sementi, il servizio fitosanitario ha chiesto all’Agenzia delle Dogane di trasferire il carico nel magazzino doganale per proseguire l’ispezione fitosanitaria di tutti i lotti di sementi presenti nel carico.

Nonostante l'emergenza coronavirus, i controlli ufficiali sui prodotti importati quindi proseguono, seppure con gli opportuni accorgimenti di sicurezza: le operazioni avvengono all'aperto con ispettori muniti di mascherina protettiva. 

“Anche nelle difficili condizioni imposte dall’emergenza - ha sottolineato l'assessore regionale a agricoltura e foreste Marco Remaschi - i nostri ispettori stanno garantendo un servizio davvero importante e per questo voglio ringraziarli e esprimere il pieno sostegno da parte nostra. La loro azione di controllo è strategica per tutto il mondo agricolo. E l’ultima intercettazione effettuata lo conferma”.

Il porto di Livorno rappresenta uno dei principali posti di controllo frontalieri in Italia per le merci di origine vegetale provenienti dai paesi al di fuori dell'Unione Europea e da sottoporre a sorveglianza fitosanitaria. 

"Le ispezioni sono fondamentali al fine di contrastare l’ingresso di organismi nocivi sul territorio dell’Unione Europea - si legge in una nota della Regione - nel 2019 sono state effettuate ben 35 intercettazioni di spedizioni di vegetali non conformi ai requisiti previsti dalla normativa Ue". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto sul posto nonostante i tentativi di rianimazione il ragazzo di 26 anni alla guida dell'auto coinvolta nel drammatico incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca