Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:21 METEO:FIRENZE21°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Cronaca martedì 23 aprile 2019 ore 08:55

Il bimbo è allergico, il sindaco vieta i baccelli

Il sindaco di Sesto Lorenzo Falchi con un'ordinanza ha vietato la coltivazione di fave nell'arco di 300 metri dall'abitazione del piccolo



SESTO FIORENTINO — Una forma allergica chiamata favismo ha colpito un bambino e il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi con una ordinanza ha vietato di coltivare i legumi nell'arco di 300 metri dall'abitazione del piccolo. A motivare l'ordinanza, spiega la stampa locale, sono state esigenze legate alla tutela della salute di un bambino affetto da una carenza congenita di un particolare enzima, il glucosio-6-fosfato deidrogenasi. In persone affette da questa patologia, le crisi vengono scatenate dall'assunzione di fave fresche o secche o anche dall'inalazione dei loro vapori e pollini.

Per questo la madre del bambino aveva presentato qualche mese fa una richiesta al Comune perché venisse sospesa la coltivazione di fave nei campi vicini alla loro abitazione. 

Anche se non esistono prove certe per poter correlare l'inalazione del polline con lo scatenarsi delle crisi emolitiche del bambino, in via cautelativa il Comune ha comunque disposto il divieto di coltivazione di fave in un'area piuttosto vasta. Chi avesse già provveduto alla semina dovrà eliminare tutti i tipi di coltura della specie entro sette giorni dalla data di pubblicazione dell'ordinanza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno