Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:FIRENZE19°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 18 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, bimbo caduto dal balcone: fiori sul marciapiede della caduta

Sport venerdì 12 marzo 2021 ore 16:35

A Van der Poel la tappa Monticiano Gualdo Tadino

La Tirreno Adriatico lascia la Toscana percorrendo i 219 chilometri della frazione più lunga di questa edizione della corsa. Ritiro per Caleb Ewan.



GUALDO TADINO - PERUGIA — Dopo la bandiera del via i ciclisti hanno percorso un breve circuito iniziale intorno a Chiusdino per poi attraversare il territorio dell’antico centro vescovile di Murlo e giungere ad Asciano, un susseguirsi di biancane e calanchi che vanno a formare le crete senesi.

Se ne vanno in cinque, tutti gran pedalatori, tutti “passistoni”. Sono l’italiano Davide Bais, Mark Padun, lo svedese Tobias Ludvigsson, Guillaume Boivin e Niki Terpstra, uno che può vantare una vittoria al Giro delle Fiandre ed una alla Parigi-Roubaix.

La giornata diventa uggiosa: a tratti piove leggermente e spira un fastidioso vento laterale. Il territorio cortonese è l’ultimo lembo di Toscana prima di affrontare l’unico GPM della giornata, situato a Poggio alla Croce.

Nelle retrovie, dopo aver pedalato per circa ottanta chilometri si ritira a sorpresa Caleb Ewan, a causa di problemi di stomaco. Sembra passato un secolo da quando giusto un anno fa, durante l’UAE Tour negli Emirati Arabi, il tasmaniano annunciò la propria positività al covid. Stavamo tutti vivendo i primi giorni dell’emergenza sanitaria, prima del lungo lockdown, prima che cambiasse la vita di tutti.

A Poggio alla Croce scollina per primo Davide Bais, mentre molto più indietro la maglia verde Vincenzo Albanese perde addirittura contatto dal gruppo, guidato come sempre dal Team Jumbo Visma. I cinque insistono ma dietro cominciano a reagire, dopotutto c’è da recuperare uno svantaggio di quasi sei minuti.

Al traguardo volante di Umbertide Davide Bais si ripete, aggiudicandosi i tre secondi di abbuono. Nel gruppo ora sono la Deceuninck Quick Step di Julian Alaphilippe e Davide Ballerini e l’Alpecin Fenix di Mathieu Van der Poel e del velocista belga Tim Merlier che tirano il collo a tutti gli altri. Il vantaggio cala lentamente ma inesorabilmente ed alla fine i fuggitivi vengono ripresi a tre chilometri dall’arrivo, dopo aver perso per strada prima Tobias Ludvigsson e poi il bravo Davide Bais

Sulle lievi pendenze che portano al traguardo i big si fanno largo raggiungendo le prime posizioni.

I wolfpack della Deceuninck Quick Step lanciano il ceco Zdenek Stybar costringendo Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel a chiudere il buco ma poi con Julian Alaphilippe e Davide Ballerini perdono l’attimo giusto per restare sulla scia dei due campioni.

La sfida per la vittoria è ancora tra Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel. Solo che stavolta si svolge sull’asfalto di Gualdo Tadino e non in mezzo al fango delle piste di ciclocross.

Vince Van der Poel, lucido, cinico e prepotente.

Mentre passa per primo sopra la linea bianca si prende addirittura il lusso di incrociare comodamente le braccia al petto come dire: allora? Tutto qua?

Tre tappe, tre vittorie spettacolari, tre grandi campioni che si sono alternativi sul gradino più altro del podio. Wout Van Aert, Julian Alaphilippe e Mathieu Van der Poel anche oggi non si sono tirati indietro ed hanno dato spettacolo .

Wout Van Aert conserva ancora la Maglia Azzurra del primato in attesa del tappone di domani, che sale in vetta a Prati di Tivo. Il giovane Michele Albanese conserva la Maglia Verde dei GPM.

La Toscana saluta la carovana dei corridori dopo averli ammirati sabato scorso alle strade Bianche e poi al GP Industria e Artigianato di Larciano, a Camaiore, a Chiusdino e Monticiano. Molti di loro torneranno sulle strade toscane a maggio, a lottare per la Maglia Rosa. Montalcino e Siena saranno sede di arrivo e di partenza di tappa del Giro d’Italia e sono già impazienti.

ORDINE DI ARRIVO

1 – Mathieu VAN DER POEL in 5:24:18

2 – Wout VAN AERT – s.t.

3 – Davide BALLERINI – s.t.

4 – Sergio HIGUITA

5 – Greg VAN AVERMAET

CLASSIFICA GENERALE

1 – Wout VAN AERT in 14:01:47

2 – Mathieu VAN DER POEL a 4 secondi

3 – Julian ALAPHILIPPE a 10 secondi

4 – Mikel LANDA a 19 secondi

5 – Tadej POGACAR a 20 secondi

Marco Burchi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non vedendo arrivare al lavoro la vittima, hanno contattato il fidanzato. Poi la notizia dell'incidente. Da stabilire la data dei funerali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Cronaca