Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 08 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni alla Prima della Scala: «Sono incuriosita, è la mia prima volta»

Attualità sabato 08 novembre 2014 ore 17:46

Alluvionati contro il sindaco, occupato il Comune

Foto lanazione.it

Alta tensione durante la manifestazione di protesta davanti al municipio. Il primo cittadino Zubbani ha avuto un malore. Contusi due poliziotti



CARRARA — La rabbia e l'esasperazione degli alluvionati di Carrara ha trovato sfogo in una manifestazione di protesta contro l'amministrazione comunale. Duemila cittadini si sono radunati davanti al municipio per chiedere le dimissioni del sindaco Angelo Zubbani e della giunta, ritenuti responsabili dell'alluvione o comunque il simbolo della cattiva gestione degli interventi per la messa in sicurezza dal rischio idrogeologico effettuati negli ultimi anni.

Gli animi si sono esacerbati quando il primo cittadino (eletto nel 2012  con il sostegno di una coalizione di centro-sinistra) si è affacciato per replicare che l'amministrazione non ha colpe per il cedimento dell'argine del Carrione che ha provocato il disastro, costruito appena sette fa.

La reazione dei cittadini è stata durissima: urla, spintoni, lancio di oggetti, fumogeni, un cappio innalzato fra la folla. Per impedire che i manifestanti entrassero in contatto fisico con il sindaco, le forze dell'ordine sono intervenute con cariche di alleggerimento facendo poi allontanare Zubbani. Nel parapiglia il sindaco avrebbe ricevuto qualche calcio e spintone e ha accusato un malore: "Nulla di grave - ha rassicurato poco dopo - solo un mancamento frutto della tensione". 

Nel corso della protesta due agenti di polizia hanno riportato contusioni.

La situazione è tornata sotto controllo ma, mentre l'assedio alla sede comunale andava avanti, alcuni dei manifestanti sono entrati nel municipio e hanno occupato la sala del consiglio comunale, annunciando di voler rimanere per tutta la notte per quello che è stato definito un "presidio permanente" contro il sindaco e la giunta.

Poco dopo lo stesso Zubbani ha autorizzato la permanenza dei cittadini all'interno del Comune. In contemporanea ma in un'altra sala la giunta si è riunita per fare il punto della situazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno