Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:23 METEO:FIRENZE18°28°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»
Un testimone dell'incidente di Satnam: «Abbiamo chiesto a Lovato di chiamare i soccorsi, ma lui diceva che era morto»

Lavoro martedì 17 giugno 2014 ore 11:14

Stop alle oliere 'truccate' nei ristoranti

La Camera ha approvato un emendamento che impone ai pubblici esercizi di servire l'olio extravergine in bottiglie con tappo anti-rabbocco



ROMA — La norma approvata prevede che gli oli di oliva vergini vengano proposti ai clienti di bar, ristoranti e trattorie  in contenitori etichettati e forniti di idoneo dispositivo di chiusura in modo che il contenuto non possa essere modificato senza che la confezione sia aperta o alterata. Inoltre devono essere provvisti di un sistema di protezione che non ne permetta il riutilizzo dopo l’esaurimento del contenuto originale indicato in etichetta.

Con questo sistema gli esercenti non potranno quindi piu' allungare il contenuto delle oliere oppure riempire ex novo le bottiglie con prodotti diversi da quelli riportati sull'etichetta. 

A diffondere la notizia Coldiretti, fra i promotori del provvedimento che assicura maggiori garanzie ai consumatori e tutela i produttori di olio di qualità. In Toscana  si tratta di almeno 50.000 aziende per 15 milioni di piante con una produzione il cui valore complessivo supera i 100 milioni di euro. Secondo i dati di Coldiretti sono invece 12mila le aziende che producono olio Igp che, da solo, vale tra il 25% ed il 35% della produzione regionale commercializzabile e Dop (Chianti Classico, Lucca, Terre di Siena e Seggiano) per un totale di 58mila ettari di superficie investita.

Un'altra battaglia portata avanti da Coldiretti riguarda i succhi di frutta con la richiesta di innalzare dal 12 al 20% la percentuale di frutta presente nelle bibite.

 “L’emendamento sul tappo antirabbocco, assieme a quello che innalza il contenuto minimo di succo di frutta nelle bibite gassate dal 12 al 20% che ci ha visto impegnati in una battaglia città per città, rappresenta un deciso stop alle contraffazioni e agli inganni – spiega Tulio Marcelli, Presidente Coldiretti Toscana - contro le lobby dei furbetti dell’agroalimentare che fanno affari con le aranciate senza arance e cercando di spacciare in ristoranti, pizzerie, mense e bar come extravergine toscano prodotti che nulla hanno a che fare con la realtà produttiva del nostro territorio”.

Guarda nella videogallery qui sotto la puntata della trasmissione Passioni & Politica con Tulio Marcelli


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Passioni & Politica - Intervista a Tulio Marcelli - prima parte
Passioni & Politica - Intervista a Tulio Marcelli - seconda parte

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno