Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:58 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 07 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il crollo degli edifici ore dopo il sisma in Turchia: i video ripresi con gli smartphone

Attualità mercoledì 07 dicembre 2022 ore 16:25

Più differenzi e meno spendi, è la nuova Tari

segnale differenziata

Con l'arrivo del 2023 in 13 Comuni toscani si introduce il nuovo sistema di calcolo basato sulla misurazione puntuale dei rifiuti prodotti



FIRENZE — Più differenziata e meno spesa: è la nuova Tari, la Tariffa Corrispettiva che col 2023 si prepara a entrare in vigore in 13 Comuni toscani gestiti da Alia Servizi Ambientali nell'Ato Centro, primo ambito sul territorio regionale ad attivare la nuova metodologia di calcolo che affida una sua parte ai comportamenti più o meno virtuosi dell'utenza. 

I comuni interessati da Gennaio sono Empoli, Fucecchio, Montelupo Fiorentino, Capraia e Limite, Vinci, Castelfiorentino, Certaldo, Gambassi Terme, Borgo San Lorenzo, Scarperia e San Piero, Monsummano Terme, Fiesole, Lastra a Signa. Il totale di cittadini interessati è di 250.000 abitanti per 116.000 utenze. Entro il 2026, poi, tutti i 58 comuni compresi nell’area saranno gestiti con il nuovo modello tariffario.

Nei Comuni in cui sta per scattare la nuova tariffazione, Alia ha già avviato la campagna di contattazione ed informazione e sono già partite le comunicazioni agli utenti tramite Sms, mail, Pec e in forma cartacea in merito all’introduzione del nuovo sistema.

Come funziona il nuovo calcolo tariffario

La novità, in ossequio alle modalità previste a livello europeo per garantire equità e maggior consapevolezza fra i cittadini, è che il sistema di calcolo della tariffa si fonda sulla misurazione puntuale dei rifiuti prodotti, superando il calcolo presuntivo della Tari tributo.

La parte variabile di quanto il cittadino dovrà versare è quantificata considerando tutti i conferimenti di rifiuti, sia il residuo non differenziabile che tutte le frazioni differenziate ad esclusione del vetro, che resta a campana stradale. 

Come la precedente tariffa, anche questa copre integralmente i costi per la raccolta, l'avvio al recupero, lo smaltimento dei rifiuti, lo spazzamento e la pulizia strade.

La parte fissa non subirà modifiche e sarà sempre correlata alla superficie dell’immobile dell'utente, mentre la parte variabile sarà composta, di base, solo dagli svuotamenti minimi del rifiuto residuo non differenziabile, ai quali potranno essere applicate riduzioni o addebitati svuotamenti in eccesso rispetto ai minimi, in base al comportamento dei singoli. 

E quindi in definitiva ecco che per ottenere le riduzioni è necessario effettuare correttamente le raccolte differenziate di tutte le frazioni di rifiuti e ridurre la produzione del rifiuto residuo non differenziabile

Saranno, quindi, prese in considerazione due percentuali: produzione minima di rifiuti e maggiore differenziazione. Se la percentuale di rifiuto residuo non differenziabile sul totale dei rifiuti prodotti sarà compresa tra il 40 e l’80% non saranno addebitati gli svuotamenti in eccedenza, se inferiore al 40% verrà applicata un’ulteriore riduzione e se invece sarà oltre l’80% l’utente non avrà diritto ad alcuna riduzione. 

Considerando invece la percentuale di rifiuto differenziato sul totale dei rifiuti prodotti, se compresa tra il 40 e il 70% non saranno addebitati gli svuotamenti in eccedenza, se maggiore del 70% si applicherà un’ulteriore riduzione mentre invece sotto al 40% l’utente non avrà diritto ad alcuna riduzione.

Il ruolo dei Tag

"Tale misura sarà attuata grazie ai nuovi sistemi tecnologici - spiega Alia - che permettono la registrazione dei conferimenti di tutti i rifiuti. Nei Comuni interessati, infatti, le utenze dovranno dotarsi dei nuovi dispositivi adesivi di lettura (in gergo tecnico Tag), da applicare ai contenitori già in uso. Saranno provviste di Tag adesivo anche le nuove dotazioni di sacchi azzurri, per permettere la lettura del conferimento di imballaggi e contenitori". 

I Tag possono essere richiesti a domicilio, oppure ritirati presso uno degli InfoPoint di Alia sia su appuntamento che ad accesso libero. Per chi ha necessità di smaltire pannolini per bambini o presidi sanitari per adulti (ad esempio le traverse) è prevista l’adozione di sacchi non registrabili, da richiedere agli sportelli. Lo smaltimento di tali tipologie di rifiuti non avrà alcuna influenza sul calcolo della Tariffa Corrispettiva.

Le grandi utenze non domestiche, che stanno utilizzando oltre 6 contenitori, possono invece richiedere la visita di un addetto a domicilio, che provvederà ad applicare i nuovi dispositivi.

Le prime fatture calcolate sulla base delle nuove misurazioni arriveranno a partire dalla fine del primo semestre del prossimo anno, per dare modo ai cittadini di dotarsi di tutte le attrezzature necessarie per la raccolta e prender confidenza con i propri comportamenti. E' possibile ritirare i kit per tutto il primo trimestre 2023, si informa che sono già previste aperture straordinarie di Info Point dedicati.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Originaria di Milano, in Toscana aveva svolto gran parte della sua carriera. Giallo sulla sua morte, gli investigatori non escludono alcuna ipotesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Toscani in TV

Cronaca

Attualità