Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:15 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Aereo si schianta subito dopo il decollo a Kathmandu: in un video il momento in cui precipita
Aereo si schianta subito dopo il decollo a Kathmandu: in un video il momento in cui precipita

Attualità sabato 20 aprile 2024 ore 18:30

25 Aprile, previsti 640mila pernottamenti

Turisti soprattutto tra citta d'arte, colline e terme, mentre le prenotazioni sono più contenute al mare e in montagna: ecco le zone preferite



TOSCANA — Il ponte del 25 Aprile porta in Toscana circa 640mila pernottamenti. Lo ha confermato Confesercenti Toscana, che ha effettuato un monitoraggio con il proprio Centro studi turistici sulle principali piattaforme di prenotazione online.

Come riportato dall'associazione di categoria, sarà mobilitato soprattutto il turismo interno, ma appare in forte crescita il turismo internazionale. Complessivamente, invece, le principali destinazioni saranno le città d'arte, ma anche le località termali, rurali e di collina. Flusso più contenuto, invece, per quanto riguarda le zone costiere e di montagna.

In particolare, il tasso medio di saturazione rilevato per le città d’arte si attesta al 93%, mentre per le località di mare sarà del 71%,, con le strutture delle aree di montagna che si fermano al 67%. Più vicine al risultato delle città d'arte, invece, le località termali (84%) e collinari (88%).

Fanno festa, secondo Confesercenti, soprattutto le aree della Val d’Orcia, della Val di Chiana, del Chianti e della Val d’Elsa, mentre un buon livello di prenotazioni è stato registrato anche per il Mugello e il Valdarno.

"I ponti di primavera confermano una Toscana fortemente attrattiva, in questo caso soprattutto per i movimenti di turisti italiani - spiega Nico Gronchi, Presidente di Confesercenti Toscana - il meteo ha rallentato sensibilmente le prenotazioni sulla costa, ma il dato medio spinge comunque la nostra Regione tra le mete italiane preferite, perché i tanti turismi che la compongono riescono a renderla attrattiva nonostante la fredda coda di inverno che sta arrivando. Città d’arte, Cultura ed enogastronomia giocano un ruolo importante e mantenere questo trend di crescita, che ormai ha riportato stabilmente i numeri a livello pre Covid".

"Una buona percentuale delle nostre strutture sarà piena per questo 25 Aprile, circa l'80% - ha detto Daniela Maccaferri, presidente di Agriturist Italia - credo sia un risultato più che ottimo date le ultime vicende, che hanno sicuramente disincentivato le prenotazioni su tutto il territorio: l'inflazione e i conflitti gravano sulle partenze perché ormai si è instaurato un clima di paura. Per non parlare della variabile meteo che tiene in sospeso le conferme da parte degli italiani".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno