comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 15 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crisi Governo, Bellanova: «Ho scritto a Conte, non mi ha mai risposto»

Imprese & Professioni mercoledì 11 aprile 2018 ore 09:49

Aeroporti toscani: numeri record per Pisa e Firenze

​Nonostante le polemiche ancora accese relative, in particolare, allo sviluppo dell’aeroporto di Peretola, gli scali di Pisa e Firenze continuano a fare numeri da record, raggiungendo altre strutture da sempre ben più frequentate dai turisti di tutto il mondo.



TOSCANA — Ancora fuori (probabilmente per poco) dalla classifica degli aeroporti migliori al mondo, Pisa e Firenze sembrano aver imboccato una strada davvero florida ed efficiente considerati i numeri che hanno sfiorato nell’anno passato.

Secondo il bilancio 2017 di Toscana aeroporti, il traffico passeggeri nell’anno passato ha segnato il record con un aumento del 5,2% e ben 7 milioni 891mila persone che hanno utilizzato gli scali di Pisa e Firenze. Per poco non sono arrivati a registrare 8milioni di passeggeri, un numero notevole, al pari di molte altre strutture ben più note.

L’aeroporto Galilei di Pisa ha segnato una crescita del 4,9% (oltre 5 milioni e 200mila passeggeri) rispetto all’anno precedente. Non solo quello dei passeggeri, anche il traffico cargo è aumento del 2,9% con 10,6mila tonnellate di merce e posta.

La crescita dell’aeroporto Vespucci di Firenze, invece, è stata pari al 5,7% 2milioni e 658mila passeggeri transitati. In realtà ha registrato il record di traffico passeggeri per ogni mese del 2017, una crescita che rappresenta un vero successo.

A fronte dei record e dei miglioramenti degli aeroporti toscani, che i viaggiatori hanno già dimostrato di apprezzare, non è escluso un loro ingresso a breve nella classifica di quelli migliori al mondo per servizi ed efficienza.

Pisa e Firenze: scali in espansione

Non è un segreto affermare che sia lo scalo di Pisa che quello di Firenze siano in continua espansione, ciò significa che non soltanto le compagnie aeree più importanti e passeggeri li scelgano, ma anche che aumentano i posti di lavoro. In un momento di lenta ripersa come quello che stiamo vivendo sembra essere un dato molto prezioso.

I servizi, già considerati buoni, stanno migliorando, sia per quanto riguarda la ristorazione sia per i negozi, così come quelli legati alle sale di attesa, dove i passeggeri trascorrono molto del loro tempo, ma anche i servizi realativi all’organizzazione dei collegamenti con le città e i luoghi considerati maggiormente frequentati dai turisti.

Destinazioni dei voli diverse

Ciò che fa la forza del sistema integrato toscano è la differenziazione delle destinazioni dei due scali, quindi, del mercato.

Per l’aeroporto Vespucci di Firenze le destinazioni più frequentate sono Parigi Charles de Gaulle, Francoforte, Roma Fiumicino, Amsterdam e Monaco.

Per il Galilei di Pisa, invece, le destinazioni preferite sono Londra Stansted, Catania, Palermo, Londra Gatwick e Cagliari.

È semplice intuire come Pisa sia un aeroporto utilizzato maggiormente per raggiungere i luoghi direttamente, mentre Firenze sia scelta come scalo per voli più lunghi. Ed è proprio questo che fa del sistema degli aeroporti toscani, un sistema saldo e ben strutturato dove è possibile trovare voli per molte destinazioni con compagnie aeree più o meno note, low cost e non solo.

Con un bilancio che sfiora gli 8 milioni di passeggeri non sembra difficile poter raggiungere numeri sempre più importanti nel giro di pochi anni. 



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità