Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE18°31°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 20 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità giovedì 04 agosto 2022 ore 12:48

Il caldo anticipa la vendemmia e taglia le rese

vendemmia

Le uve messe a dura prova dall'afa anche di notte sono ormai pronte da raccogliere. La previsione è di buon vino ma in quantità ridotta



TOSCANA — Il caldo giorno e notte anticipa la vendemmia ma taglia le rese del 10% circa. Buon vino ma in quantità ridotta, insomma, secondo le previsioni di Coldiretti Toscana e Vigneto Toscana per la vendemmia 2022 già partita all'Elba dalle uve di pinot nero, e destinata nei prossimi giorni a prendere il via per i bianchi precoci come lo chardonnay ed il pinot bianco, a fine mese a ciliegiolo, merlot, trebbiano e vermentino, poi a seguire sangiovese e cabernet sauvignon.

Il caldo oltre 40 gradi ha fatto iniziare la raccolta delle uve con almeno una settimana di anticipo, come del resto avviene in gran parte d'Italia. I grappoli non hanno avuto respiro, sotto il profilo climatico, per l'assenza di sbalzo termico dovuta a notti tropicali con temperature minime elevate.

I filari? Stanno benone: "Le viti, che si posano su terreni spesso argillosi, sono in ottima salute e non presentano fino a qui situazioni di particolare sofferenza indice che avremo degli ottimi vini", si spiega. Non senza sforzo, con le aziende vitivinicole ove possibile sono ricorse all’irrigazione di soccorso per salvare i vitigni più giovani e quindi più esposti allo stress. 

"In Toscana si attende comunque una annata di buona/ottima qualità, anche se l’andamento della raccolta sarà influenzato molto dal resto del mese di Agosto e da quello di Settembre per confermare le previsioni anche sul piano quantitativo".

A migliorare sensibilmente le condizioni delle piante a Montalcino ci hanno pensato nei giorni scorsi un po' di pioggia e l'aumento dell'escursione termica tra il giorno e la notte, con temperature massime a 33 gradi e minime a 18 gradi. La Commissione tecnica del Consorzio del vino Brunello di Montalcino a poche settimane dalla vendemmia riscontra che l'acqua è stata un toccasana: “Il risultato è stato immediato, con il miglioramento delle condizioni delle piante, che iniziavano ad andare in stress mentre ora hanno ripreso vigore, e con il verde delle foglie che è subito tornato ad essere più vivace". 

L’incremento dell’escursione termica contribuirà all’evoluzione dei profumi del Brunello, del Rosso di Montalcino e degli altri vini dell’annata 2022. Ancora presto, per il Consorzio, per stimare i tempi di inizio vendemmia.

Qualche dato

Secondo i dati Ismea presentati in occasione di PrimAnteprima 2022, sono 12.700 aziende vitivinicole che coltivano poco meno di 60mila ettari a vite per una produzione che si attesa intorno ai 2 milioni di ettolitri. La Toscana si piazza al settimo posto per vino prodotto, ma al secondo posto con 58 indicazioni geografiche riconosciute, di cui 52 Dop (11 Docg e 41 Doc) e 6 Igt e al terzo posto per valore economico di vino imbottigliato con 1 miliardo di euro. Il settore vitivinicolo contribuisce per il 21% al valore della produzione agricola della Toscana, con 485 milioni di euro.

Molto bene l’export, con i primi tre mesi del 2022 che hanno fatto registrare un +17,9% con il 2021 chiuso con 1,130 milioni di euro totali (+15,9%) anche se a pesare sulla prossima annata sarà un aumento medio dei costi di produzioni del 35%. Per acquistare una bottiglia di vetro le imprese vitivinicole dovranno pagare il 30% in più rispetto allo scorso anno, mentre il prezzo dei tappi ha superato il 20% per quelli di sughero e addirittura il 40% per quelli di altri materiali. 

Per le gabbiette per i tappi degli spumanti gli aumenti sono nell’ordine del 20% ma per le etichette e per i cartoni di imballaggio si registrano rispettivamente rincari del 35% e del 45%. Coldiretti Toscana e Vigneto Toscano hanno stimato in circa 100 milioni di euro i rincari complessivi per il settore.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vento fortissimo, sì, ma differente dalla tromba d'aria per il moto delle correnti e per gli effetti avversi che produce sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità