Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:55 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Attualità lunedì 17 novembre 2014 ore 14:20

Tpl, Cispel: "Gara ok, ma non aumentare biglietti"

Giovedì e venerdì a Siena il convegno nazionale sul trasporto pubblico locale. Con la Toscana "pioniera" nell'affidare il servizio a un unico gestore



FIRENZE — C'è voluto più tempo del previsto, ma finalmente la Toscana sembra vicina a completare la gara che porterà il trasporto publico regionale ad essere affidato a un unico gestore. E, anche per questo, la scelta di Siena per ospitare il 20 e 21 novembre l'assemblea annuale di Asstra (l'Associazione nazionale dei Trasporti) e il convegno nazionale sul trasporto pubblico locale non è casuale.

A presentare l'evento è stato questa mattina il presidente di Cispel Confservizi Toscana, Alfredo De Girolamo, insieme al numero uno di Asstra e presidente di Tiemme Spa Massimo Roncucci.

"La Toscana esce dalla lunga fase di transizione che deve portare questo comparto a crescere da una parte coi contributi pubblici, dall'altra parte con un'offerta diversa. Immaginando anche un' integrazione ferro-gomma a cui teniamo molto" ha spiegato De Girola. Sottolineando sia lo sforzo della Regione "per la gara unica e l'affidamento del servizio per i prossimi 9 anni che fanno di quello toscano il modello di regolazione del tpl più avanzato in Italia" e il contributo di 500 milioni di euro al settore previsto dalla legge di stabilità definito "una boccata d'ossigeno", il presidente di Cispel ha però voluto sottolineare la necessità che la riforma non vada a gravare sulle spalle dei cittadini. 

"A differenza degli altri servizi - ha detto - questo comparto non vive di tariffa se non in modo molto marginale. E i cittadini non possono vedere la loro tariffa caricata ancora di più . Serve quindi un combinato che tenga insieme da una parte la concorrenza nel mercato e nelle gare e nello stesso tempo un salto di qualità che questo settore deve fare sia attraverso la gara stessa sia attraverso il contributo nazionale". 

Guai, insomma, pensare di poter mantenere lo status quo, come ha sottolineato con forza Roncucci. "Le imprese del Tpl hanno la necessità e la voglia di uscire dalla fase complessa vissuta negli ultimi anni - ha spiegato - Ma dall'interno questo processo può essere fatto solo in parte. E' infatti necessario che ci sia una guida rappresentata da un indirizzo politico che con chiarezza e trasparenza tracci la strada da seguire per garantire un servizio efficace ai 15 milioni di persone che ogni giorno in Italia si spostano coi mezzi pubblici". 

In relazione alla gara regionale, invece, Roncucci si è detto "preoccupato per quello che succederà a gennaio, perché la gara avrà comunque un periodo di espletamento non breve". "Il governatore Rossi - ha concluso - ha preso impegni a confermare le risorse per il Tpl in questo periodo transitorio. A livello nazionale non ci sono invece certezze. Vogliamo capire se la Regione è in grado di garantire le risorse anche per questa fase".

Alfredo De Girolamo
Massimo Roncucci - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tre gravi incidenti in poche ore si sono verificati nella giornata di oggi, due nell'Aretino e uno nel Senese. Sono tutti e tre ricoverati in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca