Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE17°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 12 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rissa alla Camera: il momento dell'aggressione a Donno

Attualità venerdì 28 agosto 2015 ore 18:30

Tutti riassunti i presidi del concorso 2011

I 135 dirigenti scolastici finiti nel limbo dopo il pasticcio burocratico di 4 anni fa sono stari riassorbiti. Restano scoperte solo 90 scuole toscane



FIRENZE —  Hanno dovuto studiare e sostenere  prove e corsi di formazione per tutto agosto, ma a questo punto l'incubo dei 135 dirigenti scolastici promossi al concorso del 2011 e poi diventati vittime di un pasticcio burocratico è finito

Tutti quanti sono stati riassorbiti nel piano assunzioni deciso quest'anno dal provveditorato regionale degli studi. Non tutti per la verità: due di loro hanno preferito rinunciare all'incarico. Raggiungere l'obiettivo però non è stato semplice. 

Breve riassunto dei fatti: nel concorso per dirigenti scolastici del 2011 erano risultati idonei 135 candidati. A marzo del 2014, quando ben 112 di loro erano alla giuda di alcune scuole toscane, la doccia fredda: a causa di un errore di forma nella composizione della commissione esaminatrice tutte le prove erano da rivedere. Dopo la ricorrezione degli scritti però 21 dirigenti scolastici  promossi nel 2011 erano stati bocciati e ad altri 2 è toccata la stessa sorte dopo gli orali. Una situazione inaccettabile per i protagonisti della vicenda e i sindacati, che l'8 maggio di quest'anno si sono presentati nella sede della giunta regionale durante una visita del premier Matteo Renzi, ottenendo rassicurazioni sul loro futuro.

E così è stato: 16 dei presidi bocciati hanno dovuto sostenere una prova confermativa il 24 e il 25 agosto e gli altri 7 un corso di formazione di 80 ore, che si è tenuto anche questo in agosto. Dopo un'ulteriore prova sono stati tutti promossi e il provveditorato ha assegnato loro una scuola da dirigere.

"Siamo soddisfatti - ha commentato Alessandro Rapezzi, segretario generale della Flc Cgil Toscana - Ci sono voluti 4 anni ma alla fine il pasticcio è stato risolto per il meglio". 

Nel complesso quest'anno sono stati assunti 158 presidi: i 133 del concorso più altri 25 ripescati proprio dalla selezione del 2011. 

A questo punto le scuole scoperte in Toscana restano 90: 35 sottodimensionate, ovvero quelle che non possono avere un dirigente scolastico ad hoc, e altre 55 'normali'. Un numero che potrebbe scendere ulteriormente visto che nei prossimi giorni sono attesi altri 9 dirigenti scolastici provenienti da altre regioni, mentre per le altre scuole lunedì verrà assegnato un reggente. "E' una buona notizia - ha sottolineato Rapezzi -. Soprattutto se si pensa che solo un anno fa rischiavamo di avere la metà delle 492 scuole toscane senza preside".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno