Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 05 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Attualità lunedì 16 maggio 2016 ore 16:27

Droni marini per salvare i migranti

Firmato in Regione il protocollo che dà il via al progetto che vede coinvolte tre imprese toscane con un investimento di 5 milioni di euro euro



FIRENZE — I droni marini made in Tuscany saranno destinati all'assistenza ai migranti in mare, a operazioni di soccorso e salvataggio e attività di monitoraggio delle condizioni ambientali. Un progetto che vede il coinvolgimento di tre imprese toscane, un investimento complessivo di 5.508.500 euro e una ricaduta importante anche sul fronte occupazionale.

Il progetto – denominato Sand (Safety & Ambient Nautic Drone) è stato presentato dal cantiere navale Effebi (gruppo Balducci) come azienda capofila, insieme a Meccano Engineering e IDS Ingegneria dei Sistemi SpA e gestito con il supporto di Navigo, centro innovazione e sviluppo della nautica. 

Grazie alle caratteristiche tecnologiche, innovative e di particolare attenzione agli aspetti di approvvigionamento energetico e di impatto ambientale, il programma si è classificato al primo posto nella gara aperta sui fondi messi a disposizione dal bando relativo ai Protocolli di insediamento.

Lo strumento agevolativo è finalizzato al sostegno di programmi di investimento in processi di industrializzazione di rilevanza regionale, di dimensione significativa e in grado di produrre occupazione aggiuntiva. Un bando promosso nel 2015 dalla Regione Toscana con fondi PRSE 2012-2015 che porterà alle imprese coinvolte un finanziamento regionale pari a 2.478.825 euro degli oltre cinque milioni complessivi di cui 3.029.675,00 a carico delle tre aziende.

Proprio questa mattina a Firenze, a Palazzo Strozzi Sacrati, il presidentente della Regione Toscana e Giuseppe Balducci, patron di Effebi e legale rappresentante del raggruppamento di imprese, hanno siglato il protocollo di insediamento per l'attuazione del programma di investimenti previsti. Un passaggio determinante per dare il via alla concretizzazione del sito produttivo che sarà realizzato nello stabilimento Effebi nel comune di Carrara.

Il programma prevede la progettazione e l'implementazione di una fabbrica droni - mezzi navali di superficie comandanti a distanza. I droni potranno essere modulabili (con una lunghezza variabile dai 15 ai 18 mt.), guidati da remoto e attrezzati per operazioni marine in contesti differenti.

Il prodotto sarà "multipurpose" e innovativo, che possa garantire moltissimi dei compiti oggi svolti dalle Unità Navali maggiori, con una rilevante riduzione dei "costi correlati" e in grado di posizionarsi in modo competitivo sul mercato e quindi di essere commercializzato in qualsiasi Paese.

Oltre ad interventi di salvataggio e monitoraggio delle condizioni ambientali, i droni potranno essere impiegati per operazioni di servizio antinquinamento dei porti, azioni antintrusione in aree sensibili (parchi marini, isole con particolari destinazione d'uso, porti, pattugliamento anticontrabbando, sorveglianza anti terrorismo di impianti sensibili (piattaforme petrolifere e strutture di rigassificazione in mare), ricerca idrografica. Sono previsti anche usi militari (senza armamenti a bordo): cacciamine e trasporto truppe per operazioni speciali.

Le tre imprese prevedono un'occupazione diretta per 30 persone a cui andranno ad aggiungersi – sempre secondo le previsioni - altre 19 persone legate alla progettazione e alla produzione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 47 anni è deceduto in seguito all'investimento di un cinghiale sulle strade del Mugello, inutili i soccorsi da parte del personale del 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità