Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:FIRENZE16°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Argentina, tifosi celebrano i 38 anni dalla doppietta di Maradona contro l'Inghilterra
Argentina, tifosi celebrano i 38 anni dalla doppietta di Maradona contro l'Inghilterra

Monitor Consiglio mercoledì 08 maggio 2024 ore 09:58 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

Una legge toscana per valorizzare il Soccorso Alpino

Mario Puppa
Mario Puppa

La nuova normativa è stata approvata all'unanimità. Un'unica disciplina regionale per regolare i rapporti fra il Soccorso Alpino e la Regione



FIRENZE — Un’unica normativa regionale per il Soccorso alpino e speleologico, per riconoscerne l’importanza e regolarne i rapporti con la Regione Toscana. Sono questi gli obiettivi della proposta di legge “Disposizioni in materia di soccorso alpino e speleologico”, presentata dal consigliere regionale Pd Mario Puppa ed approvata ieri pomeriggio in aula all’unanimità.

"Il Soccorso alpino e speleologico toscano (SAST) - ha spiegato Puppa illustrando la normativa in aula - svolge un ruolo centrale nell’ambito delle attività di soccorso negli ambienti montani, ipogei e nelle zone impervie del territorio regionale e costituisce un punto di riferimento nelle iniziative di prevenzione degli infortuni in rapporto con le attività alpinistiche, scialpinistiche, escursionistiche e degli altri sport di montagna. L’attuale normativa, che risale al 2001, affronta solo alcuni aspetti del settore. Era quindi arrivato il momento di pensare a una specifica disciplina regionale finalizzata a riconoscere l’importanza del soccorso alpino e speleologico toscano e, nello stesso tempo, pervenire ad un unico testo normativo che comprendesse tutte le disposizioni attualmente vigenti in materia".

"Nello specifico, con questa nuova legge - ha proseguito Puppa - vengono individuate le attività per le quali la Regione Toscana si avvale del SAST, viene prevista una specifica convenzione attraverso la quale definire nel dettaglio tali attività, tra le quali rivestono un ruolo centrale la formazione e l’informazione ai cittadini, e vengono introdotte specifiche previsioni per l’utilizzo dei loghi, anche per dare più visibilità al rapporto tra la Regione ed il SAST. Infine, si prevede che la Regione eroghi un contributo annuale in favore del SAST, che è tenuto ovviamente a trasmettere ogni anno la relazione degli interventi svolti. Sono molto soddisfatto per l’approvazione all’unanimità di questa mia proposta - ha concluso il consigliere - e ringrazio la commissione Sanità per il lavoro e i gruppi consiliari per averla accolta".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno