comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 24 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Moratti furiosa: «Errore del governo, danno enorme per la Lombardia»

Attualità martedì 12 gennaio 2021 ore 19:21

Maturità 2021, petizione nazionale dal Valdarno

L'esame scritto durante la maturità di qualche anno fa
L'esame scritto durante la maturità di qualche anno fa

Due studentesse del liceo sangiovannese hanno promosso una raccolta di firme nazionale per chiedere al ministro di sospendere la prova scritta



SAN GIOVANNI — Loro l’esame di maturità lo vogliono fare, sia chiaro. Ma nella formula adottata lo scorso anno cioè senza la prova scritta. Jessica e Pamela sono due studentesse del Liceo delle Scienze umane di San Giovanni che hanno promosso una petizione nazionale per chiedere al ministro dell’istruzione Azzolina di poter svolgere l’esame di Stato 2021 secondo le modalità dello scorso anno ovvero con la sola prova orale, magari in abbinamento con una tesina.

Perché prepararsi in modo adeguato all’esame scritto per i maturandi è stato praticamente impossibile visto che – per via dell’emergenza Coronavirus - hanno seguito la didattica a distanza (Dad) per molto tempo, sia per buona parte dei mesi di quando erano al quarto anno delle superiori che per quasi tutto il primo quadrimestre di questo anno scolastico. La Dad, con le lezioni online, non ha permesso di svolgere i classici compiti in classe, le prove scritte di italiano e delle altre materie di indirizzo, fondamentali non solo come momento di verifica ma anche come esercitazione in vista della maturità. Jessica e Pamela non vogliono protestare ma far sentire la propria opinione e quella di tanti altri compagni. La formula proposta dalle due studentesse del liceo "Giovanni da San Giovanni" è quella più votata dai maturandi che hanno partecipato a una sorta di sondaggio pensato dalle ragazze: Jessica e Pamela hanno infatti creato un modulo reperibile su Google che i loro coetanei hanno compilato esprimendo opinioni e suggerimenti su come organizzare l’esame di Stato della prossima primavera. Al momento la proposta che ha ottenuto maggiori consensi è quella che prevede l’orale più tesina.

Da qui la petizione al Governo: “Noi ragazzi del quinto superiore di tutte le scuole d’Italia, chiediamo al nostro presidente del consiglio Giuseppe Conte e alla nostra ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina di sostenere solo l’esame orale all’esame di maturità 2021 come è già successo nell'esame di Stato 2020, oppure un esame orale guidato da una tesina, accompagnato da un elaborato sull'alternanza scuola-lavoro” si legge nel documento.

“Noi ragazzi del quinto superiore, l’anno scorso non essendo preparati a ciò che è successo, ci siamo ritrovati a concludere il IV anno delle superiori attraverso le lezioni online e non sono mancate le problematiche. Ormai anche il primo quadrimestre è terminato con la didattica a distanza. Svolgere un esame di Stato dopo un periodo così destabilizzante sarebbe un’ingiustizia nei confronti di tutti gli studenti che nel corso degli anni si sono impegnati al massimo. Se i ragazzi prendessero un giudizio negativo all’esame, questo potrebbe far rovinare un percorso di 5 anni fatto di bei voti. Chiediamo di considerare che i ragazzi che si diplomeranno quest’anno, hanno fatto 2 anni di didattica a distanza e molti professori, in vista dell’esame di maturità, hanno tralasciato parte del programma del quarto anno, facendo delle spiegazioni molto approssimative nella speranza di recuperarle l’anno seguente. Chiediamo questo – si conclude la petizione - per consentirci di terminare quest’ultimo anno con maggiore tranquillità in modo tale da consentirci di dedicarci ad uno studio valido e non finalizzato a superare un esame”.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità