comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15°23° 
Domani 16°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 05 giugno 2020
corriere tv
I soldi sotterrati nel giardino: le ricerche della Guardia di Finanza con la pala meccanica

Imprese & Professioni mercoledì 08 aprile 2020 ore 18:50

​Bitcoin, i legami con un bene rifugio come l’oro

In queste settimane di emergenza per il Covid-19 è emersa una correlazione interessante, in ambito finanziario



TOSCANA — Per comprendere le possibilità di guadagno che il pianeta degli investimenti offre sui mercati internazionali giornalmente, occorre conoscere i meccanismi che stanno dietro agli umori e le continue oscillazioni finanziarie, oltre ai diversi strumenti ai quali è possibile ricorrere per compiere le singole operazioni. In queste settimane di emergenza per il Covid-19 è emersa una correlazione interessante, in ambito finanziario: quella tra l’oro - considerato il ‘bene rifugio’ per eccellenza - e il Bitcoin, la popolare criptovaluta. 

Bisogna partire da una premessa, che riguarda le prime settimane di emergenza nel corso delle quali i mercati hanno subito una battuta d’arresto importante, a causa della pandemia. In quella fase la correlazione tra i due asset non era ancora comparsa, anche se adesso l’orizzonte è cambiato in senso opposto. Sul finire del mese di marzo, infatti, il trend di oro e Bitcoin è stato identico: si sono cioè mossi nella medesima direzione. Una dimostrazione concreta, dunque, di come l’affermazione che vorrebbe il Bitcoin un bene rifugio come l’oro sia in effetti apprezzabile. E’ corretto sottolineare il fatto che questi due distinti asset - dopo i pesanti ribassi di poche settimane prima - sono riusciti a tornare attrattivi per gli investitori, in fuga da quelli che sono i tradizionali mercati. 

Quello che stiamo vivendo è quindi un periodo molto interessante per investire in bitcoin (guida completa di borsainside.com) e in questo senso sarà utile ricordare come l’unico sistema esistente per riuscire a investire su entrambi gli asset da una medesima piattaforma è attraverso i trading CFD (acronimo di Conctract for difference). Dopo aver precisato come ci sia un rapporto di correlazione relativamente agli andamenti recenti di Bitcoin e oro, non bisogna pensare che essi si muovano con una identica intensità (la quotazione dell’oro è tornata a far segnare un saldo in positivo dall’inizio dell’anno, mentre il Bitcoin ha un saldo negativo nonostante il balzo in avanti). Sarà interessante quindi capire, anche se fare previsioni è difficile, che cosa avverrà nel corso delle prossime sedute monitorando il prezzo del Bitcoin e scoprendo se riuscirà a salire ancora: ciò gli permetterebbe di continuare a ridurre il saldo negativo accumulato.

Alla scoperta del criptovalute: cosa sono e come funzionano

Il Bitcoin è una criptovaluta, la più popolare in assoluto e la prima ad essere stata creata, ma non l’unica (sono ad esempio molto conosciute anche Ethereum e Ripple). Le criptovalute in sintesi estrema sono monete digitali e virtuali, che non vengono stampate (non esistono di carta o in metallo) ma si scambiano e utilizzano attraverso i pc per l’acquisto di beni e servizi, grazie alla cosiddetta tecnologia ‘peer-to-peer’ (tra due dispositivi, senza l’intervento di un intermediario). Le criptovalute esistono solo in un database e possono essere movimentate nel rispetto esclusivo di determinate condizioni. Per ciascuna transazione fatta esiste un codice informatico di riferimento, il quale contiene info relativamente al portafoglio del mittente, al portafoglio del destinatario e all’importo specifico. C’è poi in abbinamento anche una ‘chiave’ di accesso. Le singole transazioni - ancora teoriche - vengono, così composte, inserite nel network. A questo punto occorre l’approvazione e, per ottenerla, ogni transazione viene trasmessa a tutti i ‘nodi’ che compongono la rete. Meno tempo passa tra comunicazione e approvazione più - in genere - quella criptovaluta risulta credibile: spesso il ‘timing’ va a influenzare le quotazioni. Nel momento in cui si ottiene la conferma dell’operazione (grazie ai ‘miner’) questa non si potrà più modificare e la transazione fa il suo ingresso nella ‘blockchain’ (ossia nel registro). A dimostrazione dello stretto legame che moneta virtuale e moneta a corso legale mantengono, ci sono alcuni termini ‘in comune’ come portafoglio ed e-wallet. Solo che il primo si riferisce ai mercati tradizionali, mentre il secondo è digitale e contiene le criptovalute proprio come il Bitcoin: lo si può salvare su cloud oppure su pc, ma non solo. Sarà infine interessante precisare come esista una classificazione tra moneta virtuale di tipo unidirezionale, bidirezionale e chiuso. La differenza sta nella possibilità di scambiare o meno la moneta digitale con quella ‘ufficiale’, oltre che nel tipo di beni e servizi che si possono acquistare. Per quanto riguarda ad esempio il Bitcoin, si tratta di moneta virtuale di tipo bidirezionale: la si può cioè scambiare con le principali monete a corso legale e viceversa.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità