Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:50 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europee, Schlein: «Mi candido per sostenere la nostra squadra di candidati»

Attualità mercoledì 21 febbraio 2024 ore 18:00

Ecofor, allacciati i contatori per l'energia green a prezzo scontato

I rappresentanti delle associazioni e delle parrocchie agli impianti Ecofor

Risparmio del 30% in bolletta per parrocchie, associazioni in ambito sportivo e culturale. Franconi: "Segno della responsabilità sociale dell'azienda"



PONTEDERA — Un click simbolico, quello tra due cavi agli impianti di Ecofor, ha dato inizio al nuovo regime energetico per oltre 50 associazioni no profit, parrocchie e società sportive del territorio tra Pontedera, Calcinaia e Cascina. Da un lato, i rappresentanti di chi quotidianamente opera per la comunità, dai bambini agli anziani; dall'altro, i vertici dell'azienda pontederese specializzata nel trattamento e nello smaltimento dei rifiuti speciali non pericolosi. Per un patto di solidarietà green e sociale.

"Ecofor da anni produce, in modo del tutto naturale, il biogas - ha spiegato il presidente dell'azienda, Antonio Pasquinucci - ma, già da un paio di mesi, c'è una novità: siamo accreditati come rivenditori di energia e oggi (mercoledì 21 Febbraio, ndr) stipuliamo i primi contratti con le associazioni di promozione sociale e con le parrocchie per garantire energia a un prezzo calmierato".

"Già da tempo produciamo biogas, ottenuto in modo del tutto naturale dalla decomposizione di quanto conferito in discarica - ha spiegato Rossano Signorini, amministratore delegato di Ecofor - la differenza è che, fino alla fine dello scorso anno, l'energia elettrica che produciamo solitamente, circa 15mila megawattora annui, non potevamo venderla. Con il cambio della normativa ci siamo costituiti come agenzia di dispaccio e abbiamo ottenuto l'autorizzazione: il nostro lavoro non è certamente quello di erogare energia elettrica, ma essendo la discarica un elemento non irrilevante sul territorio, abbiamo pensato di dare indietro qualcosa alla comunità".

Don Angelo Cuter e Rossano Signorini

Il presidente di Ecofor Antonio Pasquinucci

Del resto, Ecofor aveva annunciato l'iniziativa durante gli Ecodays dello scorso anno: all'epoca, però, dovevano essere ancora messi a punto alcuni passaggi burocratici non immediati. "Questa è una tappa di un percorso molto più lungo - ha continuato Pasquinucci - fin dalla progettazione della discarica, dunque, occorre tener presente delle possibilità e delle opportunità che essa può garantire al territorio. Mediamente, si tratta di uno sconto di almeno il 30% rispetto al prezzo di mercato".

Gli impianti di trasformazione del biogas

Gli impianti di Ecofor a Gello

A beneficiarne, inizialmente, saranno 52 realtà del territorio: associazioni sportive come la Bellaria, l'Oltrera e Progetto Sport che gestisce la piscina comunale, ma anche le parrocchie come quella del Sacro Cuore, oppure enti come la Pubblica Assistenza e la Misericordia di Pontedera, la Croce Rossa di Cascina e tante altre associazioni con scopo sociale. Proprio verso questi presidi sociali saranno convogliati 1.400 megawattora annui.

La firma di don Angelo Cuter sul nuovo contratto di utenza

I rappresentanti delle realtà coinvolte alla firma

Christian Martini per la Bellaria e Leonardo Cini per Progetto Sport

"Questa è la dimostrazione del senso di responsabilità sociale di Ecofor - ha commentato il sindaco Matteo Franconi - un'azienda che sta al fianco della città durante le emergenze, ma anche nella quotidianità delle associazioni sportive e culturali e delle parrocchie. Un esempio importante per la comunità: sappiamo bene quanto l'impianto possa essere impattante, ma anche una grande opportunità per il territorio".

Un'opportunità che, in futuro, potrebbe anche ampliarsi alle aziende del tessuto industriale pontederese. "Faccio questo lavoro da 30 anni e negli ultimi 15 ci sono stati grandi cambiamenti: le nuove generazioni ci stanno mandando dei messaggi chiari - ha concluso Signorini - anche in quest'ottica, abbiamo già deliberato in Consiglio di amministrazione, l'acquisto di terreni per costituire una comunità energetica da 3 megawatt, immaginando di garantire energia green e a prezzo scontato anche alle aziende del territorio".

Pietro Mattonai
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno