Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità mercoledì 17 marzo 2021 ore 10:50

Treni, nuovo guasto sulla linea: ritardi a catena

treno

Un’altra mattinata di disagi per i pendolari della Valdisieve per problemi all’altezza di Rufina e Contea. Giannelli (FI): “Vergogna senza fine”



VALDISIEVE — Ritardi fin di prima mattina, addirittura di oltre un’ora. Ancora disagi per i pendolari della Valdisieve che stamani hanno assistito a una serie di ritardi a catena sulla linea ferroviaria Borgo-Firenze via Pontassieve per un nuovo guasto registrato nei pressi di Rufina. Problemi ancora una volta segnalati nelle chat dei viaggiatori e da Giampaolo Giannelli, responsabile regionale dipartimento trasporti e lavori pubblici Forza Italia Toscana.

“Il regionale 18931 in ritardo di 100 minuti, il 18935 di 30, ma anche il 18930, 18934, 18936 in ritardo abbondante a causa dell'ennesimo guasto alla linea nel tratto compreso tra Rufina e Contea. Una vergogna senza fine, nel silenzio assordante della Regione toscana” tuona l’esponente azzurro. 

"La cosa allucinante è che oltre ai ritardi pesantissimi ed ai vari disagi, inerenti alla linea Borgo San Lorenzo - Firenze via Pontassieve, anche la linea Faentina presenta abbondanti ritardi a causa di un guasto a un passaggio a livello. Chiaramente, a cascata, le ripercussioni si stanno manifestando su varie linee, con ritardi dei treni per Faenza di 60 minuti e oltre e dei convogli per Chiusi di mezz'ora ed oltre".

"Sui social, giustamente - sottolinea Giannelli - stanno montando sempre più la rabbia e l'esasperazione dei pendolari, nei confronti di servizi che peggiorano di settimana in settimana. Il cambio di Assessore in regione Toscana, purtroppo, non ha prodotto alcun risultato; la situazione, anzi, se possibile, è addirittura peggiorata".

"È perfettamente inutile - conclude Giannelli - che si parli di treni nuovi o convogli ad idrogeno se non si risolvono i problemi strutturali di linea che giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, mortificano i pendolari, costretti a perdere ore di lavoro e a pagare per un servizio sempre più scadente. Si pensi, piuttosto, a prevenire e risolvere i problemi più frequenti come il guasto immancabile tra Contea e Rufina, una delle cause con maggiore incidenza nei ritardi”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un effetto collaterale che si è verificato nella studentessa è quello di aver sempre sete. Il virologo Pregliasco l'ha presa in cura
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità