Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE12°18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Lavoro martedì 26 maggio 2015 ore 13:40

Smith: si riaccende la speranza

Esito positivo del confronto all'unione industriali fra rappresentanze sindacali e Confindustria a fare le veci dell'azienda di Saline



PISA — C'è un passo indietro: i 193 partiranno per Roma con l'animo più leggero. Una apertura arriva dall'incontro di questa mattina all'Unione industriali pisana dove sindacati ed rsu hanno parlato con Confindustria che in questa sede ha rappresentato la Smith Bits. Una prima buona notizia che tutta la valdicecina si attendeva alla vigilia dell'incontro al Ministero al tavolo nazionale sulla vertenza dello stabilimento di Saline di Volterra al quale parteciperà l'amministratore delegato Giuseppe Muzzi.
In soldoni, c'è un ripensamento sulla chiusura dello stabilimento annunciata esattamente un mese fa: l'azienda è disponibile all'utilizzo degli ammortizzatori sociali e presenterà entro la metà di giugno un piano industriale finalizzato al mantenimento dello stabilimento. Non un punto di arrivo, ma un importante punto di partenza.

Di seguito il comunicato stampa congiunto di RSU, CGIL, CISL e UIL. FIM, FIOM, UILM.
"L'Azienda, avendo conferito mandato al Direttore dell'Unioni Industiale pisana, ha comunicato alle RSU ed alle OOSS confederali e di categoria la propria volontà e disponibilità a riconsiderare quanto precedentemente affermato nell'incontro del 5 maggio ultimo scorso circa la preannunciata chiusura del sito produttivo di Saline.
In particolare l'Azienda si è impegnata a presentare entro la metà di giugno un piano industriale finalizzato alla continuità dell'attività produttiva nel sito di Saline nonchè all'attivazione dei necessari ammortizzatori sociali di sostegno al suddetto piano industriale.
La RSU insieme a CGIL, CISL e UIL, e a FIM FIOM e UILM considerano l'apertura fatta dall'Azienda un primo, importante, risultato frutto della straordinaria mobilitazione dei lavoratori e dell'intera comunità e dell'impegno di tutte le istituzioni e di tutte le forze politiche.
Ora più che mai, con ancor maggior convinzione e determinazione, proseguirà la mobilitazione, a partire dall'incontro di domani al MISE".

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tre gravi incidenti in poche ore si sono verificati nella giornata di oggi, due nell'Aretino e uno nel Senese. Sono tutti e tre ricoverati in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità