Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 20° 
Domani 10°20° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 20 aprile 2019

Attualità sabato 13 dicembre 2014 ore 17:01

Rossi: "Basta sprechi in sanità"

Il governatore ha chiesto ai medici di famiglia uno sforzo per razionalizzare le spese in vista del taglio al budget del sistema sanitario nazionale



FIRENZE — "Penso che nei prossimi anni non avremo più finanziamenti per la sanità. Adesso sono 108 miliardi, diminuiranno sicuramente, forse scenderanno a 102". E' un quadro allarmante quello che il governatore Enrico Rossi ha tratteggiato nel corso del suo intervento a Firenze di fronte ai 115 rappresentanti delle Associazioni Funzionali Territoriali, che riuniscono i medici di famiglia toscani. 

Categoria che, secondo Rossi, ha in mano le sorti dell'intero sistema sanitario nazionale. "Voi che quotidianamente siete a contatto con i cittadini e avete il polso della situazione - ha detto il presidente -, potete dare un grande aiuto per salvare le istituzioni". In particolare, ha sottolineato il governatore, contribuendo alla riorganizzazione della sanità toscana, attraverso un lavoro di riduzione degli sprechi ed eliminazione dei doppioni. 
"Nell'Area Vasta centrale - ha precisato Rossi - ci sono 12 unità operative di cardiologia: sono troppe; ci sono macchine che si utilizzano per 3-4 ore, e poi stanno ferme per il resto della giornata".
Sprechi cui si dovrà porre un freno, mentre parallelamente si dovrà razionalizzare l'intero sistema sanitario regionale. "La rete ospedaliera resta com'è - ha detto il governatore - ma troveremo modelli di governance più unitari possibile. Il modello di fondo è il Dipartimento, che deve funzionare per programmare servizi assistenziali e risorse. E nel Dipartimento, che deve essere veramente integrato - territorio, ospedale, Università - è fondamentale il ruolo dei medici di medicina generale".

Rossi ha infine indicato ai medici tre aspetti su cui puntare: "Rilanciare il Chronic Care Model, che ha consentito ottimi risultati di salute e un risparmio di risorse; la telemedicina; la prevenzione".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca