Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE20°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dell'attentato a Donald Trump durante un comizio in Pennsylvania: gli spari e le grida di terrore
Il video dell'attentato a Donald Trump durante un comizio in Pennsylvania: gli spari e le grida di terrore

Cronaca martedì 06 ottobre 2015 ore 09:35

Abusivi nella casa popolare della nonna

Una coppia ha vissuto per 15 anni in un alloggio popolare senza averne diritto. Pagavano 87 euro al mese di affitto ma lui possedeva già un'abitazione



LIVORNO — La vicenda è stata scoperta dai finanzieri del comando provinciale e sia l'uomo che la donna devono rispondere delle accuse di truffa aggravata e falso documentale ai danni della Casalp, l'ente che gestisce gli alloggi di edilizia residenziale pubblica nell’ambito della provincia di Livorno.

Nel corso della indagini, le fiamme gialle hanno accertato che il livornese, cinquantenne, e la sua compagna, lavoratrice dipendente, avevano mantenuto il possesso di un alloggio popolare di 3,5 vani assegnato alla nonna dell'uomo, anche dopo la morte dell'anziana, avvenuta nei primi anni 2000, e senza mai aver ottenuto l'autorizzazione al subentro.

In pratica la coppia aveva occupato l'immobile senza averne diritto e ha continuato a farlo anche dopo un'ordinanza di sgombero del Comune di Livorno., corrispondendo un canone assai esiguo pur disponendo di reddito complessivo, nel 2013, di oltre 41 mila euro.

Come se non bastasse, nel 2012 iil cinquantenne ha ereditato un altro appartamento adiacente a quello della nonna e ha simulato di donarlo alla compagna per non lasciare il primo. Poi la coppia ha aperto una porta fra i due alloggi, realizzando così un'unica, grande abitazione di sette stanze e recintando anche una porzione di marciapiede all'esterno occupando il suolo pubblico.

La falsità della donazione è stata accertata mediante l’esame della documentazione presentata al Comune per la ristrutturazione, nella quale l’uomo si è dichiarato unico proprietario dell'immobile ricevuto in donazione oltre che referente dei lavori. E’ stato egli stesso anche a provvedere al pagamento dell'intervento.

A seguito degli elementi di prova raccolti, l'autorità giudiziaria ha concluso le indagini chiedendo il giudizio immediato per entrambi davanti al Tribunale di Livorno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno