Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:13 METEO:FIRENZE19°31°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tifosi in coro, i finlandesi cantano «Christian» e quelli danesi rispondono «Eriksen»

Attualità lunedì 30 novembre 2020 ore 09:25

Al santuario di Montenero prende il via la Festa della Toscana

Antonio Mazzeo e il vescovo Simone Giusti
Antonio Mazzeo e il vescovo Simone Giusti

Il presidente del Consiglio regionale Mazzeo ha reso omaggio alla Madonna delle Grazie, protettrice della Toscana, insieme al vescovo Simone Giusti



LIVORNO — Le celebrazioni per la Festa della Toscana 2020 hanno preso il via questa mattina con la visita del presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo, al santuario di Montenero insieme al vescovo di Livorno, Simone Giusti. 

Mazzeo ha prima reso omaggio alla Madonna delle Grazie protettrice della Toscana e poi ha visitato la sala dove sono custoditi tutti gli stemmi dei Comuni toscani.

Alle 11.30, in palazzo del Pegaso, è in programma la seduta solenne con il videomessaggio di saluto del presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. Seguiranno gli interventi di Mazzeo, del presidente della Giunta regionale, Eugenio Giani, e la prolusione della scrittrice Elena Favilli.

La diretta della seduta solenne sarà trasmessa in diretta su Rtv 38, sul sito del quotidiano La Nazione, in streaming sul sito istituzionale del Consiglio, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del parlamento toscano.

Alle 19 molti comuni della Toscana, accogliendo l’invito del presidente Mazzeo, illumineranno di bianco e di rosso i loro principali monumenti. 

La staffetta dell’accensione vedrà Il presidente del Consiglio a Pisa, in piazza dei Miracoli, per l'illuminazione della Torre pendente. Il testimone passerà poi al presidente della Giunta a Firenze dove, oltre al palazzo del Pegaso, saranno illuminate anche le Porte d'ingresso alla città. Chiuderà Volterra dove il sindaco colorerà di rosso e bianco il palazzo dei Priori, così da dare una spinta ideale di tutta la Toscana alla corsa che la città sosterrà per la designazione a capitale della cultura italiana 2022.

Nel 1786, per volontà del granduca Pietro Leopoldo, la Toscana fu il primo stato nel mondo ad abolire la pena di morte. La Festa della Toscana celebra questo straordinario avvenimento tutti gli anni, il 30 Novembre.

ANTONIO MAZZEO AL SANTUARIO DI MONTENERO PER LA FESTA DELLA TOSCANA
ANTONIO MAZZEO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE - Dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato colto da un malore mentre risaliva dall'immersione nelle acque dell'Isola del Giglio. Inutili i soccorsi e le manovre di rianimazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca