Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:00 METEO:FIRENZE5°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 09 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo: Morandi, Ranieri e Al Bano fanno cantare l'Ariston

Attualità martedì 02 marzo 2021 ore 13:06

Storia di Rufus, il lupo creduto un cane

L'esemplare era ospite in una struttura privata del Pistoiese e adesso è stato trasferito al Centro per la fauna selvatica di Modena



PISTOIA — Lupo Rufus trasloca da Pistoia a Modena: è stato trasferito presso il Centro Fauna Selvatica Il Pettirosso un esemplare di lupo (Canis lupus) che si trovava ospite presso una struttura privata di Pistoia. Rufus, questo il nome che gli era stato inizialmente attribuito, era stato trovato qualche anno fa, ancora poco più che cucciolo, gravemente ferito a seguito di un investimento automobilistico. 

L'animale, inizialmente identificato come un cane a causa della sua anomala colorazione molto scura, venne soccorso e curato anche ricorrendo a particolari interventi chirurgici, venendo poi adottato, ritenendolo un cane, da una famiglia che lo aveva ribattezzato Gandalf. Adesso il lupo si trova in ottima forma, tuttavia i postumi delle fratture alle zampe posteriori, non completamente recuperati, non gli consentono di poter tornare alla vita libera in natura, perciò è stata individuata, quale struttura più idonee per la sua detenzione definitiva, il Centro faunistico modenese.

A causa dell'indole selvatica ancora perfettamente conservata dal canide, l'operazione di recupero ha visto la necessaria partecipazione di un Tecnico faunista abilitato alla telenarcosi che, sotto la direzione del servizio di sanità pubblica veterinaria della Asl Toscana Centro e la supervisione dei carabinieri forestali di Pistoia, al fine di garantire la sicurezza e il benessere dell'animale lo ha sedato. L'animale è stato quindi prelevato dal recinto in cui si trovava e infine caricato sull'ambulanza veterinaria del centro Il Pettirosso di Modena dove sarà collocato, dopo un periodo di osservazione e ambientamento, in una ampio appezzamento boscato in compagnia di alcuni suoi conspecifici.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno