Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE15°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 14 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Bossi: «Salvini? Serve andare verso un nuovo leader»

Attualità giovedì 12 gennaio 2023 ore 16:15

Cucina inclusiva, formati 14 cuochi speciali

Terminata la formazione promossa dalla Cescot aretina e dall'associazione Crescere. Attestati a tutti i partecipanti



AREZZO — Terminato il corso di formazione “Cucina inclusiva” organizzato dall'agenzia Formativa Cescot di Confesercenti e dall'associazione Crescere per far acquisire ai partecipante una serie di autonomie sul piano funzionale in un contesto stimolante e gratificante, attraverso la socializzazione e la collaborazione.

Per ben tre mesi la scuola di cucina di Cescot-Confesercenti è stata il laboratorio dove 14 corsisti hanno potuto acquisire le abilità di base per cucinare e imparare le competenze utili per cimentarsi nell’arte dello “chef”.

Soddisfazione tra i docenti e i ragazzi che hanno ritirato l'attestato al termine delle 30 ore di lezione durante le quali hanno indossato le divise da chef tra i fornelli di via Spallanzani 17.

“L'iniziativa - spiega la direttrice dell'agenzia formativa Chiara Crociani - è stata sviluppata all’interno del progetto 'siamo tutti care leavers', nato dalla collaborazione tra realtà del terzo settore come la cooperativa Mentelocale, la Cri Arezzo e l'associazione Crescere con un unico obiettivo di creare e offrire un’opportunità a ragazzi svantaggiati”.
“Al termine delle lezioni -  aggiunge la direttrice di Confesercenti Valeria Alvisi - c'è soddisfazione per aver offerto ai quattordici corsisti un'utile occasione di crescita anche dal punto emotivo oltre che professionale. È il terzo anno che Confesercenti collabora con l’associazione Crescere per concretizzare il corso di cucina utile ad imparare un mestiere e tentare l'inserimento nel mondo del lavoro”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Faustina Bertollo presidente dell'associazione Crescere che ha ricordato “la finalità del corso di formazione mirata ad abbattere le barriere della diversità e a stimolare le abilità di ognuno".
“L'esigenza di formare i ragazzi - conclude Anna Pernici della cooperativa Mentelocale coordinatrice del progetto 'siamo tutti care leavers' - è per noi una mission importante. Abbiamo in gestione una comunità per minori e poter offrire ai giovani strumenti utili per potersi affacciare nel mondo del lavoro è quindi un'opportunità preziosa per la loro autonomia e per la socializzazione”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno