Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 07 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Morabito, chi è l'ambasciatore «nobile» della ‘ndrangheta

Attualità mercoledì 22 giugno 2022 ore 11:28

Un impianto sottocute per non sentire più dolore

Il neurostimolatore
Il neurostimolatore

La tecnica innovativa si rivolge a quanti soffrano di dolori cronici. Prevede un neurostimolatore midollare ad alta frequenza impiantato sotto pelle



AREZZO — Un impianto sottocute per non sentire più dolore: è la tecnica innovativa che si attua nella Asl Sud Est e in particolare nell'Aretino, rivolta ai pazienti che soffrono di dolore cronico. La terapia del dolore consiste in un neurostimolatore midollare ad alta frequenza impiantato sotto pelle e collegato a due elettrodi che entrano all'interno della colonna vertebrale.

Il primo paziente sottoposto alla terapia è stato Massimiliano. Ha 50 anni, ma da quando ne aveva 29 una brutta caduta in moto lo ha costretto ad ani di dolori atroci e cronici, una croce quotidiana che adesso appare superata. Lo racconta lui stesso: "Oggi riesco a tenere sotto controllo il mio dolore e mi sento pronto a rientrare nel mondo del lavoro", dice.

Massimiliano sta riconquistando il traguardo di una normalità libera dal dolore seguito dal dottor Massimo Parolini, direttore del servizio di Terapia del Dolore della Asl Toscana Sud Est, che spiega come nei pazienti rispetto alla patologia primaria spesso sia il dolore a diventare, nel tempo, la vera malattia.

"Il nostro obiettivo non è solo mirato al sintomo - spiega - ma anche a migliorare la qualità di vita, sia permettendo un ritorno nel mondo del lavoro o anche solo nel gestirsi autonomamente le attività quotidiane. Il Neurotrasmettitore è facile da impiantare e la persona può gestirsi da sola lo strumento usando un telecomando che ne regola l’intensità".

L’unità operativa complessa di Terapia del Dolore, che arriva da un’esperienza presso l’azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona, è stata istituita a Luglio 2021. Rientra nel dipartimento di emergenza urgenza ed ha come centro l’ospedale di Arezzo, ma prevede un’espansione con tutti gli strumenti a disposizione. L’attività chirurgica viene effettuata presso l’ospedale della Fratta in Valdichiana, ed è possibile accedere al servizio mediante richiesta del medico di base per una visita algologica.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A provocare lo scoppio è stata una fuga di gas dalla bombola del forno. Ferite anche due bambine. Evacuata l'intera zona per le verifiche strutturali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Imprese & Professioni