Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:FIRENZE21°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo 2020, la grande festa azzurra alla cerimonia di apertura: il video di Aldo Montano

Cronaca venerdì 10 giugno 2016 ore 11:55

Operazione Esmeralda per i professionisti del rame

Banda specializzata dei furti finisce nelle maglie della giustizia. Contestati 34 colpi per un totale di 10 tonnellate di rame rubato



AREZZO — Danneggiamenti della rete ferroviaria; 34  furti, per un totale di 10.000 chili di rame rubato.  Sono quattro le persone arrestate. Si chiama "Operazione Esmeralda" ed ha individuato un gruppo criminale composto da rumeni, dediti alla commissione di reati, interessati soprattutto al cablaggio in rame della Rete Ferroviaria Nazionale. 

In Toscana sono state prese di mira le linee di: Arezzo (Olmo, Indicatore, Ponticino); Montevarchi (AR); San Giovanni Valdarno (AR); Castiglion Fiorentino (AR); Chiusi (SI); Reggello (FI); Figline Valdarno (FI); mentre è stato appurato che sul territorio nazionale erano stati interessati alcuni siti delle zone di Orvieto; Allerona (TR); Città della Pieve (PG); Caserta; Lavello (PZ); Melfi (PZ).

L'attività d’indagine, iniziata nel marzo 2015, è stata coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Arezzo e condotta in sinergia dagli investigatori del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Toscana e la Puglia; quelli del posto di Polizia Ferroviaria di Arezzo, quelli della Squadra Mobile della questura di Arezzo e delle Squadre Mobili di Roma e Bari e del Commissariato di P.S. di Andria (BAT).

Nelle prime ore della mattinata di ieri si è dato avvio alla fase conclusiva dell’Operazione “Esmeralda”, eseguendo l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dei pregiudicati: M. M. A., nato in Romania nel 1987; D. L. nata in Romania nel 1986; P. G. C. alias D. M. nato in Romania nel 1988; N. V., nato in Romania nel 1985. 

Nel tempo, le investigazioni avevano già permesso, in due occasioni, di intervenire nella flagranza del reato di furto aggravato ai danni della Rete Ferroviaria Italiana. Il 23 aprile 2015 gli investigatori hanno arrestato in flagranza P. D., nato in Romania nel 1981; S. M., nato in Romania nel 1986 e N. V., nato in Romania nel 1985. I tre arrestati, dopo aver rubato circa 600 chili di rame dalla linea ferroviaria nel comune di San Giovanni Valdarno (AR), lo avevano caricato su un'auto e stavano tentando di trasportarlo per rivenderlo.

Il 14 settembre 2015 gli investigatori  hanno arrestato nella flagranza del reato di furto aggravato  quattro rumeni: M. I. P. nato nel 1980, A. V., nato nel 1982; L. V., nato nel 1977; S. V., nato nel 1995. I quattro arrestati, giunti ad Arezzo alcuni giorni prima, dopo aver rubato circa mille chili di rame dalla linea ferroviaria del capoluogo aretino, lo avevano caricato su una Ford Focus SW e, seguiti da un’altra auto, stavano tentando di trasportarlo per rivenderlo. L’intervento, oltre all’arresto, ha permesso il recupero di circa 1000 kg di rame.

Attualmente sono ancora ricercate sei persone. 

Simona Buracci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarebbe stata una fuga di gas a innescare una deflagrazione seguita da un incendio in un appartamento. L'anziano rimasto ustionato rischia la vita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Cronaca