Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:07 METEO:FIRENZE16°24°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
G7, tutti in Puglia: ma che ci fanno Erdogan e il Papa?

Attualità lunedì 24 aprile 2017 ore 11:48

Il ritorno di Gabriele Del Grande

Gabriele Del Grande ha incontrato la famiglia all'aeroporto di Bologna dove ad attenderlo c'era anche il ministro degli esteri Angelino Alfano



BOLOGNA — Appena sceso dall'aereo a Bologna, il regista Gabriele Del Grande, liberato dalle autorità turche, è stato accolto dal ministro degli esteri Angelino Alfano, che lo ha accompagnato in una saletta riservata dell'aeroporto. Lì Del Grande ha riabbracciato la compagna e gli altri familiari.
"Sto bene, il problema è stata la detenzione, la privazione della libertà personale. Non ho subito alcun tipo di violenza". Ha detto Gabriele Del Grande, parlando con i cronisti a Bologna quando è uscito dalla saletta dove ha incontrato i familiari.
"Sono stato vittima di una violenza istituzionale. Quello che mi è successo è illegale, un giornalista privato della libertà mentre sta svolgendo un lavoro in un paese amico", ha detto Gabriele Del Grande che poi si è rivolto a tutti i colleghi: "Un saluto a tutti i giornalisti che sono ancora in carcere in condizioni peggiori della mia in Turchia e in tutto il mondo". 

Il rimpatrio di Gabriele Del Grande è avvenuto a seguito di una procedura di espulsione decisa dalle autorità turche.  Gabriele Del Grande ha raccontato che a fermarlo sono stati alcuni agenti in borghese: "Non ho ancora capito perché sono stato fermato, gli avvocati cercheranno di capirlo".

Per Alfano la missione è compiuta: "Non abbiamo mai perso il contatto con il giornalista italiano. Le autorità turche ci hanno detto che dovevano svolgere accertamenti,conclusi i quali siamo stati informati della liberazione del nostro connazionale". 

"Una bellissima notizia", ha commentato il presidente della Toscana Enrico Rossi. "Penso che in questa vicenda drammatica ma a lieto fine abbia molto contribuito la mobilitazione da parte di tutti nel Paese,che con insistenza hanno chiesto la liberazione di Del Grande", aggiunge Rossi, che nei giorni scorsi si era tenuto in contatto con con i genitori e la sorella e aveva partecipato a una manifestazione di Lucca per la liberazione di Gabriele, e offerto il suo aiuto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno