Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:48 METEO:FIRENZE20°30°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 04 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Federica Pellegrini e il suo compleanno: «Festeggerò con tanto sushi»

Attualità giovedì 20 agosto 2020 ore 09:11

Covid, bambini diffusori silenziosi con alta carica virale

Uno studio evidenzia che in caso di infezione bambini e ragazzi possono avere una carica virale superiore a quella degli adulti in terapia intensiva



BOSTON — Un tema quello della carica virale nei bambini e ragazzi che è stato dibattuto dall'inizio dell'epidemia di Covid-19 e che oggi risulta di estrema attualità con l'imminente apertura delle scuole. Ed è proprio di questi giorni la pubblicazione di un nuovo studio sul Journal of Pediatrics dai ricercatori del Massachusetts General Hospital, compreso il pediatra Alessio Fasano. 

Secondo i risultati ottenuti dallo studio effettuato su 192 bambini di età compresa fra 0 e 22 anni è emerso che in caso di infezione da SarsCov2 i ragazzini anche se asintomatici avevano una carica virale più alta rispetto ad adulti in terapia intensiva e gravemente malati. E questo anche se i più giovani sviluppino meno la malattia. Ricordiamo che per le malattie infettive più alta è la carica virale più è alto il rischio del contagio.

Risultati inattesi anche per i ricercatori, "Durante questa pandemia - sottolinea Alessio Fasano - abbiamo testato soggetti sintomatici, così siamo giunti all'errata conclusione che la maggior parte degli infetti fossero adulti. Tuttavia i nostri risultati mostrano che i bambini non sono protetti contro il virus".

Secondo i ricercatori vista l'imminente apertura delle scuole monitorare la febbre e i sintomi non basta ma bisognerà utilizzare anche tutte le misure di contenimento del contagio, come il distanziamento, l'uso delle mascherine, il lavaggio delle mani.

Non è la prima volta che i ricercatori misurano la carica virale nei giovani, un altro studio tedesco aveva scoperto che era simile a quella degli adulti mentre quello pubblicato sempre negli Usa ma sul Jama Pediatrics ha dimostrato che i bambini sotto i 5 anni di età possono presentare nel naso livelli di rna virale da 10 a 100 volte superiori rispetto agli adulti.

In Toscana, secondo gli ultimi dati dell'Agenzia regionale di sanità, dall'inizio dell'epidemia al 3 Agosto scorso, i bambini e i ragazzi da zero a 19 anni che avevano contratto il Covid erano 378. Un dato purtroppo che nelle ultime settimane ha visto un incremento costante.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Aveva 67 anni ed era molto conosciuta la signora che stamattina ha perso la vita nell'impatto con un camion carico di marmo che l'ha investita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità