Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Attualità domenica 28 novembre 2021 ore 17:00

Bloccati in Sudafrica rientrano i 3 rugbysti toscani

Foto Facebook Michele Dalai

La variante Omicron li aveva bloccati in Sudafrica e adesso sono in volo verso l'Europa, sono Ion Neculai, Iacopo Bianchi e Paolo Buonfiglio



CAPE TOWN (SUDAFRICA) — Ion Neculai, Iacopo Bianchi e Paolo Buonfiglio sono tre giocatori di rugby in forza alla franchigia parmense delle Zebre Rugby.

I tre ragazzoni, originari rispettivamente dell’Isola d’Elba, di Arezzo e di Prato in questo momento sono su un volo che dal Sudafrica li sta riportando a casa insieme ad i loro compagni dopo che le due partite che avrebbero dovuto giocare a Cape Town con i Dhl Stormers ed a Durban con i Cell C Sharks nell’ambito dello United Rugby Championship sono state rinviate a data da destinarsi a causa dell’emergere della nuova variante Covid-19, isolata proprio in Sudafrica nei giorni scorsi e che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha battezzato Omicron, come la quindicesima lettera dell’alfabeto greco.

Le quarantatré persone che formano lo staff delle Zebre Rugby al momento stanno bene e prima della partenza da Cape Town sono tutte risultate negative al tampone.

Arriveranno stanotte all’aeroporto di Bologna dove aver fatto uno scalo a Dublino.

Come le Zebre Rugby e per lo stesso motivo legato al Covid-19 anche i gallesi degli Scarlets stanno rientrando in patria.

Sono rimaste invece bloccate in Sudafrica la squadra irlandese di Munster e quella gallese di Cardiff Rugby a causa di alcune positività, una delle quali probabilmente riconducibile alla nuova variante Omicron.

I giocatori delle Zebre Rugby erano partiti mercoledì ed all’arrivo in Sudafrica si erano prudentemente messi “in bolla”, pur allenandosi regolarmente in vista della partita con i Dhl Stormers.

Poi è arrivata Omicron e tutto si è complicato, anche per la scelta dell’Unione Europea di inserire immediatamente il Sudafrica nella lista dei paesi a rischio.

Da subito niente più allenamenti, da subito tutti chiusi nelle stanze dell’Hotel Radisson Blu, da subito la necessità di rientrare in Italia prima possibile. Oggi il lieto fine.

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno