Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE18°31°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 20 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità lunedì 31 ottobre 2016 ore 16:00

Maggi, la prima vittima della furia dell'Arno

foto meteoweb.it

La comunità di Castel San Niccolò, nell'aretino ha reso omaggio al concittadino che morì nelle prime ore del 4 novembre 1966 mentre era al lavoro



CASTEL SAN NICCOLO' — Mario Maggi è considerato la prima vittima dell'alluvione del 4 novembre 1966 grazie a una scoperta fatta da Franco Mariani e Mattia Lattanzi mentre raccoglievano documenti e materiali per il loro libro Firenze 1966-l'Alluvione, edito da Giunti. 

L'amministrazione comunale di Castel San Niccolò lo ha ricordato rendendo omaggio alla sua tomba insieme ai familiari e a numerosi cittadini. Presenti anche due carabinieri in alta uniforme.

Mario Maggi lavorava per un'impresa edile sulla via Bolognese e morì in un incidente stradale provocato da una frana che travolse il camion su cui viaggiava, innescata dalle piogge violentissime di quei giorni. Aveva 44 anni. Il suo corpo finì nelle acque del Mugnone in piena e fu ritrovato molti giorni dopo un obitorio fiorentino.

Le ricerche sulla sua fine iniziarono 5 anni fa su sollecitazione della figlia Lina che si rivolse all'associazione Firenze Promuove, presieduta proprio da Franco Mariani, per avere aiuto e scoprire come era morto suo padre.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vento fortissimo, sì, ma differente dalla tromba d'aria per il moto delle correnti e per gli effetti avversi che produce sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità