Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:31 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ministro Guido Crosetto canta Bella Ciao alla serata con Fiorello per il Bambino Gesù

Politica venerdì 20 giugno 2014 ore 18:05

Consiglio provinciale Firenze, l'ultima seduta

Il Consiglio si è riunito per l'ultima volta a Palazzo Medici Riccardi. Al centro della discussione, la futura Città metropolitana



FIRENZE — E' stata la Città metropolitana l'argomento di discussione dell'ultima seduta del Consiglio della Provincia di Firenze, riunito come di consueto nella Sala Quattro Stagioni di Palazzo Medici Riccardi. Presenti i sindaci, i presidenti della Giunta provinciale Andrea Barducci e del Consiglio provinciale Piero Giunti, l'assessore del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, delegato da Palazzo Vecchio al nuovo ente. “Chi arriverà a gestire la futura Città Metropolitana – ha detto nel suo intervento il presidente Andrea Barducci - in particolar modo quei sindaci che siederanno nel futuro consiglio, deve sapere che avrà da gestire tre questioni: innanzitutto di adempiere il suo mandato in assoluta terzietà territoriale, perciò amministrare con capacità di sintesi autorevole, che non significa imporre decisioni; in secondo luogo dovrà rinnovare il sistema territoriale e spingere verso una ridefinizione che possa tendere verso l’area vasta; per ultimo, ridefinire e stabilire un rapporto con la Regione, necessario per non far soffocare, fin da subito, l’esperienza della Città Metropolitana”. Decaduto il Consiglio, rimangono adesso in carica i rappresentati della Giunta che, a titolo gratuito, accompagneranno il passaggio verso la costruzione della Città metropolitana, ente che sarà attivo a partire dal 1 gennaio 2015.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Servizio Video

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno