Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 04 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il pallone spia cinese colpito e abbattuto: le immagini della caduta in Usa

Attualità sabato 20 dicembre 2014 ore 13:31

Il David di Michelangelo sarà a prova di terremoti

Il Mibact si farà carico dei 200 mila euro necessari per realizzare la pedana anti-sismica. Tartuferi: "Pronta entro il 2015"



FIRENZE — Potrebbe essere pronto già entro il prossimo anno il basamento antisismico per mettere al riparo il David di Michelangelo da eventuali forti scosse di terremoto. Ne è convinto Angelo Tartuferi,  direttore della Galleria dell'Accademia, che custodisce l'opera, dopo la comunicazione ufficiale della da parte del Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini, che sarà Roma a stanziare i 200 mila euro necessari. "Le tempistiche di realizzazione dell'impianto di protezione non sono affatto lunghe per questo, terminato l'iter procedurale, le immaginerei non più ampie di sei mesi. Per la fine del 2015 dunque potremmo farcela" ha spiegato Tartuferi, aggiungendo: "Potremo finalmente avere un David protetto come i Bronzi di Riace che godono di un meccanismo di tutela analoga a quello pensato per il capolavoro di Michelangelo".

Il progetto è già allo stadio di studio avanzato, e ora il contributo diertto del governo renderà possibile realizzarlo in tempi brevi: a convincere il governo che non c'è più tempo da perdere, è intervenuto il sisma di ieri:  "Il terremoto a Firenze, fortunatamente senza danni al patrimonio culturale dello Stato rende ancora più urgente realizzare questo progetto" ha detto il Ministro Franceschini: "Un capolavoro assoluto come il David non può correre nessun rischio".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno