Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE23°38°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 25 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Paura sull'autostrada: la grandine è così forte che rompe il parabrezza
Paura sull'autostrada: la grandine è così forte che rompe il parabrezza

Cronaca sabato 16 maggio 2015 ore 12:33

Dilaga la marijuana fatta in casa

Doppia operazione dei carabinieri nel Pistoiese e ad Arezzo: sequestrate 111 piante di canapa indiana nascoste in un garage e un armadio; tre arresti



PISTOIA — Ormai farsi la marijuana in casa è diventata una moda. Le librerie e soprattutto il web pullulano di testi, video e consiglio utili per far crescere piante di cannabis sane e robuste in qualsiasi luogo, spazio e condizione ambientale. Siano essere outdoor, e dunque coltivate all'aperto,"naturalmente" o indoor, e dunque al chiuso, sembra non esserci limite per chi vuole autoprodursi l'erba per sé o per metterla sul mercato.

Non c'è quindi da stupirsi se nel giro di poche ore i carabinieri abbiano compiuto due operazioni simili nel Pistoiese e ad Arezzo sequestrando 111 piante e arrestando 3 persone.

La prima è quella dei militari di Montecatini che hanno fermato un quarantenne teneva in un armadio nella mansarda di casa 11 piante alte 70 centimetri. L'uomo è finito ai domiciliari e, oltre all'attrezzatura per la coltivazione, gli è stata sottratta anche una busta con 5 grammi di marijuana.

Più imponente il sequestro ad Arezzo: i carabinieri hanno scoperto una vera e propria serra in un garage, dove sono state stipate 100 piante di cannabis alte tra gli 80 e i 120 centimetri. Due uomini, un aretino di 68 anni e un ragazzo di 32 del Casentino sono finiti in manette visto che durante le perquisizioni sono stati trovati 100 grammi di cime di marijuana essiccata e quasi un chilo, 900 grammi, di hashish suddiviso in panette da un etto l'una.

Quantità da spacciatori, infatti a casa del 32enne i militari hanno rinvenuto 500 euro in contanti e altri 10 grammi di hashish, mentre nell'abitazione del 68enne sono state trovate altre 4 panette di fumo da un etto l'una.

I carabinieri hanno fatto due conti. Tra erba e fumo i due uomini sedevano su un tesoretto da 150 mila euro circa: dalle piante si sarebbero potuti ricavare 135 mila euro, dalla vendita dell'hashish altri 15 mila.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno